Colori ideali per la camera da letto 

Esistono delle tinte ideali per la stanza da letto e in questo articolo scopriremo molto di più su questo vasto argomento e di grande fascino. In particolare vi suggeriremo i colori per la camera da letto in cromoterapia, quelli cioè più rilassanti ed emozionali, ma anche le nuove tendenze. Pronti a dare un nuovo look alle pareti delle stanze o a portare nuova luce grazie a complementi e tessuti? Continuate la lettura e siamo sicuri che vi si aprirà un mondo.

Colori rilassanti per camere da letto

Ogni anno nascono nuove tendenze cromatiche e che riguardano non solo la moda prêt-à-porter ma anche l’interior design. Per esempio tra i colori per le pareti della camera da letto 2019 c’erano i marroni abbinati al bianco, le scale di grigio, il black&white e il blu profondo. I colori 2020 invece erano e sono più vivaci: il verde petrolio, l’azzurro carta da zucchero, il grigio scuro, il verde salvia, il blu e il rosa-corallo. Immancabile ogni anno è la pittura per la camera da letto tortora, nuance must have per ambienti rilassanti e unisex grazie alle sue infinite sfumature disponibili. Molte infatti virano al grigio, altre al violaceo o al marrone e chiunque può trovare il tortora ad hoc.

In generale si tratta sempre di pitture per la camera da letto dai colori rilassanti, rasserenanti, neutri. Sono tutte nuance facili da abbinare ed evergreen che difficilmente passeranno di moda. Anzi, grazie a pareti dipinte con queste tonalità sarà semplice cambiare mood modificando solo arredi e complementi. Nella camera da letto è fondamentale coadiuvare il sonno e dare un aspetto accogliente ma rasserenante all’intero spazio: scegliere le tinte ideali è molto importante. La cromoterapia è molto attenta a questo e ci suggerisce esattamente l’effetto che ogni colore ha sul nostro corpo e sulla sfera emozionale. Scopriamo di seguito cosa prediligere per la stanza matrimoniale e per quella singola.

Colori camera da letto: i consigli della cromoterapia 

Ora visioniamo concretamente quali sono i colori per la camera da letto che in cromoterapia si rivelano ideali. Questa disciplina antica studia proprio l’effetto delle varie tinte sull’umore e sul corpo umano e anche l’arredo attinge spesso da questi dettami. In particolare i colori perfetti per le stanze da letto sono:

  • il beige;
  • l’arancione chiaro;
  • il giallo chiaro;
  • il blu;
  • il verde;
  • il verde acqua;
  • il grigio;
  • il viola;
  • il rosa;
  • il tortora.

Vediamo ora uno ad uno i colori suggeriti dalla cromoterapia perfetti per arredare con rilassatezza e unicità le nostre stanze da letto. 

Il beige

Il beige è considerato un colore neutro e ottimo per facilitare il riposo e contribuire al relax; al contempo regala calore alla camera da letto e anche quel tocco raffinato indispensabile soprattutto negli ambienti classici. Il beige è per antonomasia l’ideale pittura per la camera da letto classica, di quelle realizzate con mobili in legno prevalentemente chiaro. E´ una tinta facile da abbinare a materiali e colori diversi, ma per evitare di creare un luogo troppo “spento” meglio accostarlo a colori più vivaci. Vedremo più avanti come dipingere la camera da letto con due colori.

L’arancione chiaro

L’arancione, tassativamente in nuance tenue, è un colore rassicurante ed anche anti-ansia secondo la cromoterapia. E´ in grado nel contempo di ricaricare la psiche e il corpo e di conferire alla stanza da letto un’allure sicuramente vitaminico, fresco e moderno, adatto anche ai più piccoli. Essendo però spesso percepito come molto energetico è bene portarlo nella stanza in piccole dosi sfruttando i complementi o piccole decorazioni, tessuti o imbottiti.

Il giallo chiaro

Il giallo chiaro è anch’esso un colore vivace che porta energia e buon umore. Per gli ambienti da letto meglio sfruttare solo la sua variante più tenue, ottima se pastello. Stimola inoltre la creatività e la concentrazione e si rivela ideale in concomitanza della scrivania o dell’angolo dedicato allo smart working. Allo stesso modo dell’arancione meglio sfruttarlo in camera con suppellettili, decorazioni e tessuti d’arredo. 

Il blu

Il blu, tra i colori per la camera da letto della cromoterapia per eccellenza, è quello da preferire. In tutte le sue infinite sfumature infatti sa infondere tranquillità, calma e rasserena immediatamente. Viene consigliato a chi soffre di insonnia ed è perfetto pure nella stanza dei bambini, inoltre stimola positività. Le sue tonalità più tenui come l’azzurro, il celeste, il carta da zucchero, il pastello sono da preferire perché enfatizzano il senso di quiete e sicurezza. Anche l’acquamarina e il cobalto si rivelano rilassanti, ma in generale meglio tinte chiare per i bimbi e per le stanze piccole. Quelli più scuri, magari utilizzati solo per una parete, per la spalliera del letto o per la boiserie sono ottimi in quelle ampie o maschili. 

Il verde

Il verde è fresco, calmante naturale e sinonimo di serenità. Ricorda appunto l’outdoor, la vegetazione, la flora più selvaggia e rasserenante e in camera è un vero toccasana. Sia in nuance chiare che scure porterà tutto il suo allude positivo e lo si potrà abbinare a qualsiasi altra tinta. Meglio però non dipingere tutte le pareti con lo stesso verde.

Il verde acqua

Il colore verde acqua è stato uno dei colori per la camera da letto 2020 più abbinati al corallo e anche l’anno prima in tanti lo hanno scelto. Esistono carte da parati che li mixano alla perfezione, ma che esamineremo più avanti nell’articolo. Il verde acqua ricorda molto le tinte pastello e sarà amatissimo anche dai bambini, mentre gli adulti potranno sfruttarlo con una parete tinteggiata o con suppellettili e decorazioni. Si tratta inoltre di un colore facile da abbinare, fresco, iper rilassante e adatto a tutte le stagioni, caratterizza e si sposa bene con gli stili più vari. 

Il grigio

Nell’abbinamento dei colori per la camera da letto il grigio si rivela inimitabile: è soprattutto evergreen e raffinatissimo. Inoltre è disponibile in infinite sfumature ed è unisex, rasserenante e adatto sia a stanze piccole che più ampie. Sa infondere sicurezza grazie all sua calmante austerità, è forte ma accogliente e lo si può vivacizzare a piacere. Ad esempio accostandolo a suppellettili, tessuti o complementi in rosso, viola, giallo, verde ecc. Secondo gli esperti di interior design c’è però una sfumatura di grigio migliore delle altre al fine di rilassare la psiche: la denim drift. Vira all’azzurro, è definita polverosa e in grado di regalare sonni tranquilli e beati a chiunque.

Il viola

Il viola è molto utilizzato e consigliato per rendere la stanza da letto armoniosa e iper rilassante. In particolare viene scelto dagli interior designer amanti del Feng Shui, disciplina orientale atta ad armonizzare gli ambienti sfruttando altezze, misure, forme degli arredi e del contesto naturalistico circostante. Il viola stimola la concentrazione, la meditazione e tra le sfumature ideali suggeriamo il lilla, l’indaco, malva e lavanda. Inoltre è accattivante e suggestivo se abbinato ad altri colori decisi oppure più neutri e lo si può sfruttare con tessuti ed imbottiti. Infine il viola non solo regala grande relax ma stimola pure la creatività ed è ideale accanto alla scrivania. 

Il rosa

Il rosa è simbolo di femminilità, ma può cromoterapicamente essere un toccasana anche nelle camere da letto matrimoniali o prettamente maschili. Infatti aiuta chi soffre di insonnia, è un colore dolce, affabile, accomodante e accogliente, sincero e armonioso. Lo si può accostare a tante alte tinte per creare, a seconda del gusto, stanze più vivaci o più minimali e classiche. Vedremo più avanti l’abbinamento dei colori delle pareti della camera da letto anche con il rosa

Il tortora

Infine non poteva mancare il tortora tra i colori per la camera da letto suggeriti dalla cromoterapia. E´ disponibile, come detto, in infinite nuance così che ognuno possa trovare quella preferita; in generale è iper raffinato, classico ma anche contemporaneo e facile da abbinare. Le tinte che virano più al marrone e al grigio sono più maschili, oppure perfette da accostare a nuance femminili. Mentre quelle che già virano al lilla o al rosa saranno ottime insieme al nero, al marrone, al blu e al bianco. Il tortora rilassa, sottolinea un’armonia progettuale moderna ed è ormai un vero evergreen. Inoltre gli interior designer lo considerano la pittura per la camera da letto classica matrimoniale per eccellenza

Pitture particolari per camera da letto

Per un effetto relax assicurato è meglio utilizzare almeno una delle tonalità descritte sopra. Però è anche possibile adottare pitture particolari per personalizzare la propria camera da letto matrimoniale o singola. Tra queste segnaliamo la vernice:

  • effetto lavagna, perfetta per far scarabocchiare i più piccoli senza rischiare di rovinare le pareti;
  • effetto corten, cioè arrugginito, ideale per lo stile industry;
  • effetto magnetico, che permette di attaccare calamite, ideale nella stanza dei bimbi;
  • fluorescente, da usare con parsimonia;
  • effetto metallo, per dipingere la testata del letto e pure per disegnarla sul muro;
  • effetto velluto, sempre per la spalliera o una piccola parete;
  • effetto opaco, perfetta per conferire maggiore modernità;
  • effetto cemento, ideale per un effetto industry o moderno.

Ad ogni modo sono sempre da prediligere le pitture e vernici per l’interno ecologiche, quelle cioè atossiche e il più possibile sicure e naturali. Queste permettono di rinnovare gli ambienti indoor in modo sostenibile, rispettando l’ambiente e la salute.

Dipingere la testata del letto 

Dipingere la camera da letto con due colori vi stuzzica particolarmente? Oppure siete semplicemente indecisi su due tinte a voi care? Bene, potrete anche pensare di dipingere la testata del letto, sia una esistente che direttamente creandola sulla parete. Nel primo caso munitevi di vernici ad hoc a seconda della tipologia di materiale da decorare ed eventualmente carteggiate la superficie. Per fare un lavoro ancora più preciso e raffinato si potrà intervenire con uno strato di cementite sul legno grezzo sia nuovo che datato. In questo modo il colore aderirà meglio e la superficie risulterà più liscia e compatta una volta dipinta.

Dipingere la testata dietro al letto 

In questo caso dovrete invece realizzare uno stencil a grandezza adeguata, oppure riportare con un gesso o una matita leggera la sagoma della spalliera da dipingere sul muro. La testiera andrà dipinta ex novo e potrà avere l’allude che preferite, ma meglio occuparsi di questo se si ha dimestichezza con la pittura. In alternativa basterà contattare un artista o un decoratore di fiducia: anche online se ne trovano tantissimi. Questa scelta è molto gettonata e anche sulle riviste specializzate si trovano tanti esempi ai quali ispirarsi. Inoltre potrete pure decidere di creare spalliere dipinte con effetto tridimensionale, così che risultino iper realistiche e molto scenografiche. Non solo, a piacere si potrà mixare la tinta preferita ad una o più vernici particolari viste prima per una stanza ancora più unica e particolare.

Abbinare carta da parati glamour alle pareti colorate: come? 

Vediamo ora l’abbinamento dei colori delle pareti della camera da letto con le carte da parati. E´ sicuramente un argomento caldo perché le tappezzerie sono tornate prepotentemente di moda negli ultimi anni. In commercio se ne trovano di infinite versioni e rispetto agli anni passati sono anche semplici da installare e risultano poi ecologiche. Inoltre non rovinano le pareti e rispettano l’ambiente, alcune addirittura purificato l’aria indoor e profumano. Ecco alcuni consigli pratici e di stile per avere camere da letto suggestive e scenografiche al punto giusto, ma senza rinunciare all’aspetto relax.

Corallo e verde di tendenza

Abbiamo prima accennato al color corallo, uno dei principali colori per le pareti della camera da letto 2019 e pure 2020. Per renderlo parte integrante dell’arredo potrete scegliere una carta da parati con nuance affini e abbinate ad una più colori diversi. Un accostamento ideale è con il verde acqua, o verde Tiffany, magari prediligendo raffigurazioni in stile orientale con carpe koi, laghetti, elementi vegetali. In base infatti anche al soggetto scelto la carta da parati ha effetti emozionali sempre diversi. 

Grigio e abbinamenti topic

Per vivacizzare invece il grigio saranno perfetti i colori vitaminici, il giallo, il rosso, il rosa, il verde, sempre puntando a paesaggi, elementi naturali, floreali o geometrici soprattutto se la stanza è moderna. Il grigio sta bene anche con il marrone, il verde pastello o salvia, il nero e smorzerà l’austerità delle decorazioni optical black&white

Fantasie a go go

Altrettanto ideali sono le carte da parati floreali, perfette per le camere matrimoniali o singole data la stragrande offerta di trame e disegni sul mercato. Inoltre su alcuni portali è anche possibile far realizzare la propria tappezzeria o stampa personalizzata. Si possono sfruttare disegni preferiti, pre-impostati o inviare le proprie foto in alta risoluzione. Molto amate sono pure le fantasie di tipo nordico, cioè pattern geometrici giocati in tono su tono o con nuance pastello. Infine citiamo anche tappezzerie a pois, quadretti Vichy e pied de poule.

Punti luce raffinatissimi

Chi vuole invece portare in casa un tocco luxury non potrà non scegliere le carte da parati luminose. Con questo termine intendiamo le versioni con fili d’oro e d’argento, con effetti lurex o decorazioni affini. I tocchi d’oro, di rame, d’argento o di platino possono essere abbinati a suppellettili pendant. 

I colori perfetti per ogni stile

Pixabay

I colori ideali per la camera da letto sono quelli rilassanti, utilizzabili a piccole dosi o creando stanze monocromatiche. Non solo, si possono trattare solo le pareti e dipingere la camera da letto con due colori. In alternativa ben venga una sola tinta parietale e un’altra che interesserà i mobili, solo i tessuti o i complementi. Insomma ci sono infiniti modi per portare in casa i colori più rilassanti e idonei per la stanza da letto. E per scegliere quelli ideali ad ogni stile d’arredo abbiamo pensato di darvi concretamente i suggerimenti ad hoc. 

Camera da letto in stile classico

La pittura per la camera da letto classica è senza dubbio quella con colori neutri e che ben si abbinano ai mobili in legno, sia chiari che scuri. Potrete anche decidere di scegliere i colori per la camera da letto dalla cromoterapia, oppure sfruttare le carte da parati per vivacizzare l’ambiente. In questo caso meglio creare pendant con nuance presenti nella fantasia della tappezzeria e quelle monocromatiche utilizzate sulle pareti. 

Camera da letto in stile moderno

Nello stile moderno saranno perfetti i colori per la camera da letto 2020, o comunque quelli delle annate più attuali. Sì anche a tocchi di colore con vernici particolari ad esempio ad effetto corten, metallico o effetto velluto. Con un mobilio in legno scuro starà benissimo una parete giallo chiaro e il legno chiaro il verde petrolio; sono note maschili ma evergreen perfette anche per le stanze dei ragazzi. 

Camera da letto in stile minimale

Con lo stile d’arredo minimale suggeriamo una parete grigio scuro e mobili in legno chiaro o bianco, oppure in un’altra nuance di grigio. Nella stanza dei ragazzi, o a chi ama la vivacità, sì ad arredi tinteggiati di verde o arancione, magenta, fucsia e pareti azzurro chiaro. Ideali anche tappezzerie black&white e pareti di due colori diverse ma neutri, chiari. 

Camera da letto in stile nordico o scandinavo

Nell’arredo scandinavo sono utilizzati soprattutto arredi e complementi in legno chiaro o grezzo, abbinabili a nuance soprattutto pastello. In alternativa via libera ad una parete decorata con tappezzeria con trame geometriche effetto 3D o tono su tono. Dipingere la camera da letto con due colori in questo stile è l’ideale; in alternativa sì alla spalliera del letto disegnata, purché iper minimale o realistica. 

Camera da letto in stile vintage

Per le stanze da letto vintage andranno benissimo pitture parietali a due colori, oppure le carte da parati. Queste erano utilizzatissime negli anni ’40 e ’50 e avevano decorazioni anche stravaganti e coloratissime. Ai giorni nostri meglio una sola parete con tappezzeria declinata nelle nuance suggerite dalla cromoterapia

Camera da letto shabby

Infine, lo stile shabby predilige pitture parietali neutre, chiare, al massimo si potrà osare con complementi e tessuti finemente decorati. Sì alle trame floreali con disegni mini e alle tappezzerie con fiori delicati per spezzare un’eventuale monotonia cormatica. 

Vuoi arredare la tua casa e la tua camera da letto con i colori giusti? Scopri il nostro servizio di interior designer online e richiedi il tuo progetto personalizzato!!

Eleonora Tredici

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Parete effetto cemento: idee per ogni stile d’arredo
Colori ideali per la camera da letto