COME PROGETTARE UNA CAMERETTA

Quanti di voi nel corso della propria vita si sono trovati a dover ristrutturare casa? E quanti hanno pensato di progettare in modo dettagliato la cameretta dei figli?

Quando si tratta di lavori in casa si pensa alla progettazione del soggiorno, della cucina, del bagno…come è giusto che sia… ma non si dà mai la giusta importanza allo spazio dedicato ai bambini!!

Progettare una cameretta che cresce insieme al bambino

Nel mio lavoro di Interior Designer mi occupo spesso dello studio delle stanze dei piccoli di casa, suddividendo lo spazio in base alle loro necessità, ricercando gli arredi perfetti per quel tipo di ambiente e scegliendo insieme a loro i colori più adatti. Lo faccio soprattutto perché amo farlo. Forse perché da mamma di due piccoli monelli non mi piace avere i loro giochi sparsi nel soggiorno, adoro l’organizzazione e cerco sempre idee per creare loro degli spazi che li facciano sentire grandi, tanto da poter gestire il loro ambiente in autonomia, decidere dove riporre i giocattoli, dove mettere i libri e quali vestiti indossare (perché la mamma li suddivide già per colore e stile nell’ armadio). Amo farli stare bene, come tutte le mamme, e credo che dedicargli uno spazio tutto loro per giocare, studiare e rilassarsi, li faccia sentire felici.  La cameretta è l’ambiente della casa che li accompagnerà nelle fasi di crescita, è il loro nido e il luogo in cui devono sentirsi coccolati e al sicuro…quindi è importante progettarlo nel migliore dei modi.

Vediamo insieme le fasi principali per realizzare la cameretta dei bambini…

Suddividere lo spazio della cameretta in modo funzionale

I due aspetti fondamentali che tengo in considerazione per la mia progettazione sono :

  • L’ età: è importante sapere in quale fase si trovano…se hanno 2 anni avranno bisogno di spazi per giocare e colorare, se hanno 8 anni sarà necessario creare un angolo studio organizzato e uno spazio di svago per accogliere gli amici, se invece sono già adolescenti bisognerà progettare una cameretta già da grande.
  • Gli interessi: in base ai loro impegni, a ciò che amano fare e ai loro hobby, la cameretta prenderà forma e sarà suddivisa in spazi funzionali.

Suddividere la stanza in zone tematiche è molto utile al bambino per lasciarlo vivere le diverse attività che svolge durante la sua giornata. Nei miei progetti cerco sempre, in base alle dimensioni dell’ambiente, di organizzare angoli studio, aree per il gioco e uno spazio dedicato alla notte. Questa organizzazione aiuta molto anche noi mamme sempre alle prese con l’ ordine in casa … Il bambino impara a conoscere e riconoscere il suo ambiente e a sapersi muovere liberamente al suo interno, imparando a sistemare le sue cose nei posti giusti.

Progettare il colore in base all’ambiente e ai gusti del bambino

Dico sempre che il colore all’ interno delle nostre case è importante: agisce sul nostro umore e rappresenta il nostro carattere…ma soprattutto dona all’ ambiente un tocco e una personalità in più. Se si parla delle camerette dei bambini, il colore è uno degli elementi principali….ma attenzione a dosarlo nel modo giusto!!

Cosa tenere in considerazione per il colore delle pareti?

Per colorare le pareti dobbiamo tener conto di alcuni fattori: la luce naturale che riceve la stanza e le dimensioni. Bisogna poi tenere a mente i colori più adatti per il tipo di ambiente…ma ricordiamoci comunque che i gusti sono gusti e nessuno ci vieta di utilizzare il rosso o il fucsia in cameretta, a condizione che sia equilibrato da altri colori più chiari e tenui e soprattutto venga utilizzato nel posto giusto e in piccole dosi.

Colori adatti a camere per neonati

Per la camera dei bimbi neonati (qui trovi tutte le informazioni per creare la lista Nascita Amazon, ideale per arredare con stile la cameretta) sono consigliabili tinte delicate e neutre tipo il rosa, il celeste, il grigio, il bianco…che creano ambienti accoglienti e rilassanti. Per le stanze dei bambini più grandi vanno bene anche colori più accesi come il giallo, il verde, l’ arancione…che trasmettono energia e creatività.

Quando progetto una cameretta entro nel mondo del bambino, ascolto i suoi gusti e chiedo quali sono le sue passioni…perchè la sua stanza nasce proprio da lui. Studio un ambiente suddiviso e organizzato, realizzo un progetto di stile e colore tenendo conto della sua personalità…poi guido mamma e papà nella scelta degli arredi e dei decori…per arrivare all’ effetto finale desiderato.

Il progetto della cameretta per 2

Questa che vi presento è una stanza abbastanza grande studiata per due bambini di età diverse. Ho pensato ad uno spazio per lo studio del bambino più grande ed un’area giochi dedicata al più piccolo. 

Quando si tratta di dover progettare una cameretta per due bambini, bisogna tenere in considerazione i gusti di entrambi… In questo caso i colori non coincidevano: uno amante del blu, l’altro fan del verde…uno mi ha chiesto il mappamondo, l’altro gli animali.

Palette colori dai toni polverosi

Sono comunque stata fortunata, perché queste tinte sono perfette per le camere…ed ho studiato una palette dai toni polverosi per non creare un ambiente con colori troppo accesi.

Stampe o carte da parati

Amo inserire nelle stanze dei bambini stampe come anche le tele di Maison du Monde o carte da parati che personalizzano l’ambiente, ma cerco sempre di non accostare colori forti e stampe diverse per non creare un ambiente troppo eclettico.

Scopri invece le sfiziose e super colorate carte da parati di design firmate Glamcasamagazine (a partire da 45€ al mq) in vendita nel nostro shop online, anche per le camerette!

Eccoti un’anteprima:

Zona studio: scrivania personalizzata, mensole, librerie e seduta comoda

Per la zona studio è stata progettata una mensola in legno naturale che scende sotto finestra per trasformarsi in seduta. La parete è personalizzata da una carta da parati a contrasto con sistema di moduli a cubo per riporre libri e materiali per la scuola. Anche la libreria è progettata e realizzata in legno personalizzata secondo i gusti dei bambini. 

Carta da parati mappamondo

Per andare a favore dei gusti di entrambi ho cercato una carta da parati che rappresentasse un mappamondo dai toni del verde salvia e dell’azzurro polvere personalizzato da simpatici animaletti.

Nel progetto ho inserito arredi semplici color bianco e legno naturale, per lasciare spazio ai colori delle pareti e agli accessori. In questo modo con la crescita sarà sufficiente trasformare solo i colori dell’ambiente e gli accessori, senza dover per forza ricomprare gli arredi.

Un angolo giochi organizzato

Anche l’angolo giochi è studiato per permettere al bambino di cercare e riordinare i suoi giochi in totale libertà, grazie all’ organizzazione di mobili e mensole appositamente studiate.

Helen Cori

Interior designer & home stylist

signature

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Allergie, quali accorgimenti usare in casa
COME PROGETTARE UNA CAMERETTA

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.