Superleggera: Il Sogno di Leggerezza di Gio Ponti ( + 3 curiosità che non conosci)

Ultima modifica 25/06/2024

Immagina di sollevare una sedia con un dito, sentendo appena il suo peso. Questa è la magia della Superleggera, la sedia nata dal genio di Gio Ponti nel 1957. Quando Ponti concepì la Superleggera, non stava solo pensando a un pezzo di arredamento. Stava sognando una rivoluzione, un oggetto che potesse sfidare la gravità e ridefinire il concetto di leggerezza.

Immagina di entrare in una stanza e vedere una sedia apparentemente comune, ma con una peculiarità straordinaria. Immagina di sollevarla con un solo dito, sentendo appena il suo peso. Riesci a percepire la meraviglia di un oggetto così leggero eppure così robusto? Questa è la magia della Superleggera, la sedia nata dal genio di Gio Ponti nel 1957.

Non solo una sedia, un oggetto che sfida la gravità

Quando Ponti concepì la Superleggera, non stava solo pensando a un pezzo di arredamento. Stava sognando una rivoluzione, un oggetto che potesse sfidare la gravità e ridefinire il concetto di leggerezza. Voleva creare qualcosa di straordinario dalla semplicità, una sedia così leggera che anche un bambino potesse sollevarla con un dito. Questo sogno di leggerezza era un obiettivo concreto che ha guidato ogni sua decisione di design.

Ponti desiderava che la sua sedia fosse un simbolo di eleganza e innovazione, capace di trasformare il modo in cui vediamo e utilizziamo gli oggetti quotidiani. La Superleggera non è solo una sedia; è un manifesto di design sostenibile e poetico. È una dichiarazione che la semplicità e la leggerezza possono essere rivoluzionarie, mostrandoci che il design può cambiare il modo in cui percepiamo e interagiamo con il mondo.

Come nasce la Superleggera?

La storia della Superleggera inizia con un viaggio nelle tradizioni italiane. Gio Ponti si innamorò della chiavarina, una sedia ligure famosa per la sua semplicità e leggerezza. Questa sedia tradizionale, con la sua struttura esile ma resistente, divenne la musa ispiratrice per Ponti. Decise di reinventarla, rendendola moderna, elegante e incredibilmente leggera.

Schermata 2024 06 14 alle 16.17.52

“La Superleggera è nata dalla chiavarina, una sedia tradizionale ligure. Volevo mantenere la sua essenza, ma renderla contemporanea.”

– Gio Ponti

Ponti collaborò con Cassina per dare vita a un capolavoro che pesava solo 1,7 kg, ma che era capace di sopportare le sfide del tempo. Ogni dettaglio della Superleggera è stato pensato per esaltare la leggerezza senza compromessi sulla solidità. La struttura è realizzata in frassino, un legno scelto per la sua combinazione di leggerezza e resistenza. La seduta, intrecciata in corda di canna, aggiunge un tocco artigianale e conferisce ulteriore leggerezza.

“La bellezza sta nella semplicità e nella funzionalità perfetta.”

– Gio Ponti

Una curiosità interessante riguarda il nome “Superleggera”. La sedia precedente di Cassina, progettata da Giuseppe Gaetano Descalzi, si chiamava semplicemente “Leggera”. Ponti volle sottolineare l’evoluzione e l’innovazione raggiunta con il suo design, aggiungendo il prefisso “Super” per enfatizzare l’incredibile leggerezza e robustezza del nuovo modello.

Un’altra aneddoto affascinante è il metodo di test della sedia. Per dimostrare la robustezza della Superleggera, Ponti e il suo team la lanciavano giù da una scalinata. Se sopravviveva all’impatto, era considerata pronta per la produzione. Questo test estremo dimostrava che la sedia non era solo leggera, ma anche estremamente resistente.

Schermata 2024 06 13 alle 17.06.18

“L’abbiamo lanciata giù da una scalinata più volte per dimostrare la sua resistenza. È rimasta intatta ogni volta. Una sedia che può volare e atterrare senza rompersi è una sedia di cui ci si può fidare.”

Gio Ponti

Scopri qui le più importanti icone del design italiano.

Come ha superato la Sfida della Leggerezza?

Provate a immaginare Ponti, circondato da prototipi e schizzi, intento a creare una sedia che potesse quasi volare.

Ogni dettaglio, ogni curva e ogni giuntura erano pensati per ridurre il peso senza compromettere la robustezza. Il frassino, scelto per la sua combinazione di leggerezza e forza, e l’intreccio della seduta in corda di canna, rendevano la Superleggera un omaggio all’artigianato e all’innovazione.

Inoltre, Ponti voleva che la Superleggera fosse accessibile e utilizzabile in qualsiasi contesto, dalle case più modeste agli ambienti più eleganti. La sedia doveva rappresentare una rivoluzione nel design: un oggetto quotidiano che combinasse estetica, funzionalità e innovazione. La Superleggera, con la sua incredibile leggerezza e robustezza, incarnava perfettamente questa visione.

Ponti ha dimostrato che è possibile creare un oggetto di design che sia allo stesso tempo semplice e straordinario. La Superleggera non è solo una sedia; è un simbolo di come l’innovazione e l’attenzione ai dettagli possano trasformare un oggetto comune in un’icona di stile e funzionalità.

Protagonista della Triennale di Milano e apparizioni in musei di rilevanza internazionale

Quando la Superleggera fece la sua apparizione alla Triennale di Milano, non era solo una sedia. Era una dichiarazione. Il mondo del design si fermò ad ammirarla, riconoscendo in essa una perfetta armonia tra passato e futuro. Non sorprende che la Superleggera abbia trovato posto nei musei di tutto il mondo, dal MoMA di New York al Triennale Design Museum di Milano.

Schermata 2024 06 13 alle 17.15.51

3 Curiosità che Non Conosci sulla Superleggera

  1. Un’esperienza sensoriale: Sedersi su una Superleggera non è solo un atto fisico, ma un’esperienza sensoriale. La leggerezza del frassino e l’intreccio della seduta creano una sensazione di fluttuazione.
  2. Un simbolo di stile: Apparendo in film, pubblicità e set fotografici, la Superleggera è diventata un’icona di stile, un must-have per gli amanti del design.
  3. Un’eredità senza tempo: Nonostante siano passati oltre 60 anni dalla sua creazione, la Superleggera rimane un esempio di design senza tempo, ammirato e copiato in tutto il mondo.

In ogni dettaglio della Superleggera, c’è la visione di Gio Ponti, il suo desiderio di creare qualcosa di straordinario da ciò che è ordinario. Ogni volta che la sollevi, senti il peso dei sogni di Ponti, leggero come una piuma, ma potente come un’idea rivoluzionaria. La Superleggera non è solo una sedia; è una storia, un’ispirazione, una leggenda che continua a volare nel tempo.

La Simbiosi tra Forma e Funzione

Schermata 2024 06 11 alle 21.17.45
Foto presa dall’archivio di Gio Ponti

In un mondo dove il design spesso si concentra sull’estetica, la Superleggera rappresenta la perfetta simbiosi tra forma e funzione. Ponti ha dimostrato che l’essenzialità non è sinonimo di banalità. Ogni angolo e ogni curva della Superleggera non sono solo piacevoli alla vista, ma servono a uno scopo preciso. La struttura in frassino è progettata per ottimizzare la resistenza e la durata, mentre l’intreccio della seduta offre comfort e stabilità.

La Superleggera Oggi

Schermata 2024 06 11 alle 19.52.18

Oggi, la Superleggera è molto più di una semplice sedia. È un simbolo di eleganza senza tempo e di innovazione continua. Molti designer moderni traggono ispirazione dalla filosofia di Ponti, cercando di emulare la sua abilità nel creare oggetti che sono allo stesso tempo semplici e straordinari. La Superleggera è ancora in produzione, e possederne una è come possedere un pezzo di storia del design.

Dove Acquistare la Superleggera?

Schermata 2024 06 13 alle 17.24.59

Per chi desidera aggiungere una Superleggera alla propria collezione, l’azienda Cassina continua a produrla e venderla. Puoi acquistare questa sedia iconica direttamente dai rivenditori ufficiali di Cassina o tramite il loro sito web. Inoltre, è possibile trovarla in negozi di arredamento di lusso e showroom specializzati in design contemporaneo.

Un’Eredità che Vive

La Superleggera non è solo un pezzo di arredamento, ma un’eredità vivente. Continua a essere studiata e celebrata in tutto il mondo, con mostre dedicate e pubblicazioni che ne esplorano l’impatto sul design moderno. Gio Ponti ha lasciato un segno indelebile nella storia del design, e la Superleggera è una testimonianza duratura del suo genio creativo.

Dove Ammirare la Superleggera?

Musei Famosi: La Superleggera è esposta in molti musei prestigiosi. Puoi ammirarla al MoMA di New York, al Triennale Design Museum di Milano e in numerosi altri musei di design e arte contemporanea.

Case Celebri: La sedia è stata scelta per arredare alcune delle case più celebri e influenti del mondo. È spesso visibile in set cinematografici, pubblicità e nelle case di noti designer e appassionati di design.

Molto più di una sedia?

La Superleggera di Gio Ponti è molto più di una sedia. È un sogno di leggerezza e di innovazione, un simbolo di come il design possa trasformare la quotidianità in qualcosa di straordinario. Ogni volta che ti siedi su una Superleggera, ti connetti con una visione che ha attraversato i decenni, rimanendo sempre attuale e affascinante.

Gio Ponti ci ha insegnato che la leggerezza non è solo una questione di peso, ma un modo di vedere e vivere il mondo.

Gloria Gargano – founder Glamcasamagazine.it

signature

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Le Birkenstock: Storia, Curiosità e Outfit Estivi da Sogno
Superleggera: Il Sogno di Leggerezza di Gio Ponti ( + 3 curiosità che non conosci)

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.