Tappeti IKEA per la cucina: guida alla scelta perfetta (Foto e Prezzi)

Posted on

I tappeti IKEA per la cucina presentano tanti modelli e tante tipologie che vengono incontro a tutti i gusti. Dalle dimensioni ai materiali – come cotone, bambù o fibre sintetiche – fino ai pattern decorativi, alle forme, ai colori, senza dimenticare un occhio ai costi. Ecco una guida completa per scegliere il proprio tappeto da cucina.

Anche in cucina il tappeto si rivela un complemento d’arredo in grado di caratterizzare un ambiente, renderlo ancora più personale, gioioso o colorato. I tappeti IKEA per la cucina fanno parte di un’offerta assortita e ricca di spunti e proposte per tutte le esigenze. Tappeti piccoli, medi, rotondi, tinta unita o a motivo orientale, a scacchiera, fantasia: anche il locale dove ci si rilassa, ci si sbizzarrisce con le ricette e a volte si cena con i propri cari può essere reso ancora più confortevole grazie a un tappeto, da posizionare sotto il lavello o sotto un tavolino.

Scegliere uno dei tanti modelli di tappeti IKEA significa entrare in un universo di colori e possibilità, di geometrie, tessuti, texture per personalizzare un ambiente che deve essere accogliente e rispecchiare lo stile del proprietario come la cucina. Anche Banana Yoshimoto nel famoso libro omonimo tesseva le lodi di questo locale.

Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se possibile le preferisco funzionali e vissute. Magari con tantissimi strofinacci asciutti e puliti e le piastrelle bianche che scintillano

Banana Yoshimoto

Tappeti IKEA per la cucina: Come sceglierli

Come si sceglie un tappeto per la cucina, oltre al classico tappeto IKEA per soggiorno grande o per la camera da letto? La cucina è una zona più “attiva”, dove ci si muove, si maneggiano ingredienti, si preparano colazioni, pranzi, cene.  Ecco qualche consiglio per effettuare la scelta giusta:

IKEA – Tappeto SOLLINGE
IKEA – Tappeto SOLLINGE
  • armonizzare il tappeto ai colori e allo stile del locale, che sia in stile classico, vintage, shabby chic…
  • optare per il materiale più adatto alle proprie esigenze: come il cotone, che è un materiale leggero; oppure il bambù, che è fresco, facilmente arrotolabile e lega bene con la cucina, o anche le fibre sintetiche, che lo rendono resistente e facile da pulire;
  • controllare bene le misure per scegliere un tappetino da posizionare davanti al lavello, anche per evitare di scivolare o di avere contatto diretto con il pavimento quando si lavano i piatti, oppure in versione più estesa che copra lo spazio di un tavolo o che mascheri il pavimento;
  • meglio evitare uno spessore eccessivo, come quello determinato dai tappeti a pelo lungo;
  • tenerlo lontano da forni e fornelli, per scongiurare qualunque conseguenza;
  • sceglierlo di materiale ignifugo per essere più sicuri o in memory foam per migliorare il comfort soprattutto di chi è abituato a muoversi in casa senza scarpe.

Tappeti IKEA per la cucina: Tipologie

IKEA è caratterizzata – per i tappeti, come per tutto il resto – da un’offerta ampia e da modelli esteticamente gradevoli e funzionali, che sposano anche un’eventuale esigenza di risparmio. Il tappeto della cucina si discosta un po’ dalla “solennità” dei grandi tappeti del salotto e acquista più il carattere di un oggetto di disimpegno. IKEA propone tappeti colorati o tinta unita, fatti a mano o industriale, a tessitura piatta o a pelo corto. Per la cucina, meglio astenersi dai modelli a pelo lungo che potrebbero sporcarsi.

Tappeti IKEA per la cucina: Modelli

Modelli fatti a mano, oppure rotondi, tappeti che esprimono il chiasso di vivere con disegni super-colorati e ricchi di fantasie o con materiali ecosostenibili, oppure soft e rilassanti per abbinarsi bene a una cucina classica, con un arredamento sobrio. Ecco alcune delle proposte di IKEA per chi cerca un tappeto da sistemare in cucina.

Tappeti piccoli

I tappeti di piccole dimensioni sono molto gettonati per ravvivare la cucina e nel comparto IKEA ci sono anche modelli davvero economici. Come questo AMELA, 120×50 cm, con dorso antiscivolo e fantasia di fiori grigi. Ideale da posizionare sotto il lavello.

amela ikea
IKEA – Tappeto AMELA

Anche HAVNELEV, di 80×150 cm, propone una fantasia elegante floreale, in cotone sostenibile, facile da abbinare ad altri tessili.

HAVNELEV
IKEA – Tappeto HAVNELEV

Tappeti rotondi

Per una cucina dalle geometrie più morbide e smussate, perché non optare per un tappeto rotondo? Come questo STOENSE di IKEA, disponibile in tre colori a 49,95 euro.

STOENSE
IKEA – Tappeto STOENSE

Tappeti persiani e orientali

Perché non sottolineare l’anima retrò o vintage di una cucina valorizzandola con il tappeto per antonomasia, quello di Aladdin e Jasmine? Questo modello PERSISK NAIN a pelo corto dà un’atmosfera impagabile. Al costo di 199 euro.

PERSISK NAIN
IKEA – Tappeto PERSISK NAIN

Scopri tutti i tappeti IKEA

Tappeti IKEA per la cucina: Materiali

Scegliere il giusto materiale per il tappeto della cucina non è solo un’esigenza estetica e stilistica, ma anche pratica. Il tappeto in cucina ha diverse funzioni, come proteggere da un pavimento di piastrelle fredde o da un pavimento scivoloso, oppure protegge lo stesso pavimento dalla possibile caduta di oggetti, cibi, macchie d’olio e così via. In cucina si possono posizionare tappeti di vari materiali, da calibrare in base alla casa e alle proprie preferenze.

Cotone

Il cotone è bello, fresco, comodo, leggero e si lava facilmente. IKEA propone modelli come TÖRSLEV, a tessitura piatta e a righe bianche e nere, da 80×150 cm, al costo di 19,95 euro.

TÖRSLEV
IKEA – Tappeto TÖRSLEV

In cotone anche UGILT, in tessitura piatta, al costo di 29,95 euro, adatto anche a uno stile industrial.

UGILT
IKEA – Tappeto UGILT

Bambù

Il bambù è un materiale utile per la cucina perché è facilmente arrotolabile, come già accennato, e poi perché è un idrorepellente e anti-scivolo. IKEA propone BLANGSLEV, di 50×75 cm, con bordo coordinato e parte sottostante antiscivolo, che lo tiene ancorato bene al pavimento.

BLANGSLEV
IKEA – Tappeto BLANGSLEV

Fibre sintetiche

Anche le fibre sintetiche sono una buona idea in cucina, perché questi tappeti sono economici (e quindi non così preziosi e delicati) e resistono facilmente alle macchie. E poi sono molto belli, con tanti stili e colori, come ad esempio TYVELSE, 80×150 cm, a 45 euro, di un intenso blu.

TYVELSE
IKEA – Tappeto TYVELSE

Tappeti IKEA per la cucina: Stili

Anche una cucina rispecchia (e deve rispecchiare) perfettamente lo stile scelto per la casa. Che sia moderno, classico, shabby chic, si tratta sempre di un locale che racconta una scelta di arredamento. Per esempio questo tappeto TAULOV, che costa meno di 10 euro, è perfetto per un arredamento dallo stile etnico. Beige, 60×90, presenta una tessitura piatta.

TAULOV
IKEA – Tappeto TAULOV

Questo particolare tappeto a pelo corto, con un coloratissimo disegno a serpentone colorato su fondo blu, si adatta a uno stile moderno, che propone fantasie e disegni estrosi e di grande impatto. Si chiama KARISMATISK ed è in fibre sintetiche, praticamente resistentissimo alle macchie. Costa solo 19,95 euro.

KARISMATISK
IKEA – Tappeto KARISMATISK

ONSEVIG invece, a 49,95 euro, con il suo pattern un po’ anticato un po’ sbiadito potrebbe rispondere a uno stile shabby chic. Ma si presta anche per una casa dall’arredo vintage.

IKEA ONSEVIG
IKEA – Tappeto ONSEVIG

Tappeti IKEA per la cucina: Prezzi

IKEA propone tanti tipi di tappeto, di colori, dimensioni, forme, stili diversi e anche di prezzi diversi. All’interno del colosso svedese si trovano prodotti a 2-3 euro come a 500 euro. Materiali come cotone o bambù, ma anche fibre sintetiche, rayon, lana. Tutto dipende dalle proprie esigenze, dalle dimensioni del tappeto (e in cucina non sono big size) e dalla lavorazione. In genere per la cucina basta un piccolo tappeto rettangolare (o, perché no, anche rotondo) per coprire la zona davanti al lavello o sotto il tavolo. IKEA spazia tra possibilità e prodotti unici, anche lavorati a mano, in una gamma dove ognuno può trovare quello che cerca in linea con il proprio budget.

Tra i tappeti fatti a mano si parte da 29,95 euro con RAKLEV di un colore naturale che si incrocia con una fantasia di fili variopinti.

RAKLEV
IKEA – Tappeto RAKLEV

Invece il meno costoso in assoluto è KLEJS, beige e bianco in tessitura piatta, abbinabile a una stanza da letto come ad altri locali.

KLEJS
IKEA – Tappeto KLEJS

Tra i più economici c’è anche LANGSTED, che costa meno di 10 euro e spicca in colori particolari, tra cui un verde smeraldo.

LANGSTED
IKEA – Tappeto LANGSTED

I più costosi invece sono i tappeti grandi, o quelli orientali con una lavorazione più complessa, come PERSISK NAIN già citato.

La cucina – il locale preferito della citazione d’apertura, di Banana Yoshimoto, viene così non solo arricchita ma anche personalizzata, data l’ampia scelta che permette di focalizzarsi su colori e modelli adatti proprio all’anima del locale e dello stile arredativo… e sempre senza spendere cifre folli.

Alice Grisa

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Collezione tessile Glamcasamagazine: viaggio tra colori e pattern irresistibili
Tappeti IKEA per la cucina: guida alla scelta perfetta (Foto e Prezzi)

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.