Come scegliere lo specchio per la camera da letto?

Lo specchio per la camera da letto è un elemento che non trova sempre posto in questa stanza.

Vissuto da molti come un pezzo invasivo e poco intimo, in realtà lo specchio è un grande alleate dell’arredo d’interni. Aiuta a riflettere la luce, ad ampliare gli spazi e a completare lo stile di un ambiente.

Come si sceglie lo specchio giusto per la propria camera da letto però?

Attenendosi ad alcune semplici regole di cui ti parlo oggi.

Scegliere lo specchio per la camera da letto in base alla forma

Il primo punto su cui ragionare è la forma dello specchio. Ogni forma rimanda ad un preciso stile, quindi non scegliere una forma a caso tanto perché ti piace.

Pensa bene al tipo di stile che hai scelto per casa tua e guarda bene le immagini delle case che vedi sui giornali, per cercare correlazioni tra stili e forme degli specchi.

Lo stile moderno degli anni ‘50 ad esempio ha tipicamente forme tonde, con bordi spessi ed in legno. Ma è anche facile trovare specchi dalle forme trapezoidali con importanti cornici ottone, da abbinare anche in coppie.

Elementi di questo tipo catalizzano subito l’attenzione e sono un’ottima idea decorativa per una parete un po’ anonima.

Lo stile minimal invece si caratterizza per specchi  grandi e importanti, senza cornici o bordi. Magari uno di quelli retroilluminati, per dare importanza ad una parete rivestita in marmo o con carta da parati.

Lo stile nordico ha forme geometriche ben definite: quadrate, rettangolari, rotonde. Con bordi in spessore di modo da poter essere usati per appoggiare piccoli oggetti, chiavi e accessori quotidiani. I colori sono quelli neutri e quelli freddi tipici delle palette scandinave.

Se invece non riesci a definirti in un solo stile, allora fai parte della grande famiglia dello stile eclettico. In questo caso non c’è una sola forma che possa andarti bene. Qualsiasi farà al caso tuo, anzi, sbizzarrisciti a unire più forme e dimensioni per creare una parete che diventi quasi una galleria.

Finiamo con lo stile classico. Chi predilige questo stile dovrà optare per grandi specchi dalle forme sinuose, con cornici modanate in legno e grandi fregi ornamentali. Facili da trovare nei mercati delle pulci, nelle fiere del brocantage e nei mercati vintage.

Qual è la misura giusta di uno specchio? 

La forma non è l’unico dettaglio su cui devi concentrarti tuttavia. Gli specchi esistono di moltissime dimensioni, ed è proprio questo il secondo punto su cui ragionare.

Va da sé che devi partire dalla dimensione della parete su cui vuoi posizionare lo specchio.

É una grande parete vuota di fronte al letto a cui vuoi dare importanza? Allora puoi osare scegliendo uno specchio di grandi dimensioni, da appendere a centro stanza e da impreziosire con luci e stampe.

Oppure è la parete dove c’è la cassettiera, che vuoi completare con un piccolo specchio per definire gli ultimi dettagli prima di uscire?

Una volta che hai capito dove lo vuoi mettere e a che scopo ti serve lo specchio, puoi cominciare a ragionare sulla sua dimensione. Da 30 x 30 cm? Da 40 x 160? Da 50 x 60 cm? Da 90 x 130?

Praticamente ne esistono di tutte le misure e puoi fartene fare anche uno su misura se non lo trovi come lo vuoi.

Ora sei pronta a trovargli la giusta posizione

L’ultimo step per dare la giusta importanza allo specchio per la camera da letto è definire la giusta posizione. Infatti un bellissimo specchio messo ad un’altezza errata perde completamente la sua magia estetica e pratica.

Se hai optato per uno specchio medio – piccolo che ti aiuterà a guardarti dal collo in su allora tieni conto di posizionare il bordo inferiore a non meno di 90 – 125 cm da terra e quello superiore a non meno di 180 cm – 200 cm da terra.

Prima di bucare il muro ovviamente fai delle prove; fatti aiutare da qualcuno e segna sul muro con una matita il filo a cui il bordo superiore (dello specchio) ti soddisfa, cioè la posizione in cui riesci a vederti perfettamente.

La situazione cambia quando ti trovi di fronte a specchi grandi che permettono di vederti a figura intera. In questo caso le regole dello styling contemporaneo vogliono che li si lasci appoggiati a terra, quindi senza appenderli a parete.

Se preferisci una soluzione più tradizionale niente ti vieta di appenderli con i normali chiodi. Solo fissali a parete in modo molto forte, perché il loro peso è notevole. Non vorrai certo che qualcuno urtandoli per sbaglio ci si faccia male, vero?

Le ultime considerazioni prima di comprare

Ora che conosci tutti i punti fondamentali di cui tenere conto quando si tratta di scegliere uno più specchi per la camera da letto, devi anche ragionare bene sul punto della stanza in cui li posizionerai.

Ricordati tutti i vantaggi di cui ti ho parlato all’inizio: riflettono la luce così come lo spazio. Quindi se la stanza è piccola e poco luminosa, puoi posizionarlo proprio di fronte alla finestra. Riflettendo luce e immagini raddoppierà visivamente lo spazio.

Spero ti siano stati utili questi consigli e ti aspettiamo nei commenti per domande e curiosità!

Valentina Di Roma – Interior Designer

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

8 idee per arredare il soggiorno di casa

8 idee per arredare il soggiorno di casa

Posted on
Comprare casa, il 2020 sarà un buon anno per investire sul mattone?

Comprare casa, il 2020 sarà un buon anno per investire sul mattone?

Posted on
Casa smart, come risparmiare grazie alla domotica

Casa smart, come risparmiare grazie alla domotica

Posted on
Previous
8 idee per arredare il soggiorno di casa
Come scegliere lo specchio per la camera da letto?