Poltroncina bimbo: perché è utile e quale scegliere

Posted on

La poltroncina bimbo è molto utile per la sua crescita e per i momenti di relax. Da quelle multifunzione, che diventano letti o altalene, ai modelli più lineari fino a quelli giocosi e colorati: ecco qualche indicazione per fare la scelta giusta.

Se ci pensiamo bene, la cameretta del bambino – o il suo angolo giochi nella zona living – è una sorta di “wonderland”. Un piccolo mondo arredato e ammobiliato dove si può ricreare la vita quotidiana degli adulti, ma in modo più giocoso, divertente e istruttivo. Il piccolo deve avere un tavolino bambini utile per disegnare, fare i compiti, scrivere, fare giochi di società con gli altri. E non può mancare una poltroncina bimbo dove rilassarsi, leggere un libro, ascoltare musica, guardare il cartone animato preferito.

Quel che sogno è un’arte fatta di equilibrio, purezza e tranquillità, senza oggetti minacciosi o angoscianti; un’arte che sia per chiunque lavori col cervello, ad esempio l’uomo d’affari o il letterato, un lenitivo, un calmante della mente, qualcosa di simile a una buona poltrona su cui riposare dalle fatiche fisiche

Henri Matisse

La poltroncina bimbo può essere in diversi materiali, in varie dimensioni (questo dipende dall’età) e in vari colori, a seconda dell’arredamento circostante con cui armonizzarsi. IKEA come sempre offre tanti modelli, per tutti i gusti e soprattutto per tutte le fasce di prezzo. Ma come mai una poltroncina è così utile per il comfort, il benessere e la crescita del bambino? E come si trova la migliore? Scopriamolo in questa mini-guida.

Poltroncina bimbo: vantaggi

Perché una poltroncina bimbo è utile? I vantaggi di procurarsi una poltroncina bimbo da tenere nella cameretta, nell’area giochi o nella zona del salotto dove gioca e svolge le sue attività il piccolo sono notevoli. Che sia una chaise-loungue, una poltrona, una sedia per bambini IKEA o un piccolo divano, è un arredo colorato e divertente importante per lo sviluppo e i momenti di relax:

IKEA PS LÖMSK Poltrona girevole
IKEA PS LÖMSK Poltrona girevole
  • una poltroncina fa capire al bambino che ci sono momenti per le attività più “intense” dal punto di vista fisico e per altre attività invece più rilassanti e tranquille. Si può giocare a correre, a rincorrersi, con le macchinine, le bambole, e poi si può sedersi, calmarsi, leggere un libro o guardare qualcosa alla tv;
  • è un elemento utile per comporre un corner, dal punto di vista degli arredi. Si lega con il tavolino, il tappeto, le pareti, il resto dei complementi e racconta un mondo, non uno a caso ma quello in particolare del proprio bambino. La poltroncina ad esempio può essere a forma di cane, di orso, e riprendere l’animale preferito;
  • insegna al bambino a sedersi. E per questo può essere anche morbida e imbottita, per attutire i momenti in cui la postura non è quella corretta, o l’equilibrio traballa e si rischia di cadere. Può essere colorata e divertente, e in questo modo s’impara uno dei gesti più frequenti per gli adulti senza annoiarsi o farsi male;
  • quasi tutte le poltroncine, e soprattutto i modelli più recenti, sono sicure e certificate. Questo è importante, per fare in modo che il bambino non rischi di farsi male;
  • alcune poltroncine hanno anche incorporate delle funzioni particolari, che possono venire incontro a diverse esigenze. Ad esempio, il blocco della poltrona può essere girevole a 360 gradi, lo schienale può reclinarsi, il bracciolo sollevarsi e addirittura a volte la poltroncina può parlare, illuminarsi o cantare. Alcune ripetono i versi degli animali, altre hanno dei sonagli che il bambino può afferrare. Alcune diventano addirittura divertenti altalene;
  • sono leggere e facili da trasportare da casa propria a casa dei nonni oppure in vacanza;
  • ci sono poltroncine che addirittura si trasformano e soddisfano così un bacino di plurime esigenze: diventano piccoli letti, si allungano o allargano ospitando anche più persone.

Come scegliere la poltroncina bimbo?

Ogni arredo pensato per i più piccoli deve essere comodo, in buona qualità, resistente e sicuro. In commercio, dagli store agli shop online, troviamo tantissime poltroncine per i bambini, di qualunque forma e colore. Quelle che sembrano le pance delle balene o degli orsetti, e quelle più semplici e lineari. Quelle musicali, parlanti, che simulano gli strumenti musicali o i versi degli animali. Ma una poltroncina quali caratteristiche deve avere per essere il meglio per il proprio figlio o nipote?

POÄNG Poltroncina, impiallacciatura di betulla/Medskog motivo dinosauri
POÄNG Poltroncina, impiallacciatura di betulla/Medskog motivo dinosauri
  • deve avere le funzioni richieste, e questo dipende dalle singole esigenze. C’è chi ha bisogno che la propria poltroncina diventi un letto per far riposare o dormire il bimbo, e chi invece predilige un mini-arredo che insegni qualcosa al bambino, come a cantare o contare;
  • è importante che sia molto resistente, che supporti non solo il peso del bambino ma anche eventuali urti, colpi, ecc. In altre parole, deve sorreggere la vivacità e l’energia che contraddistinguono i più piccoli in questa età;
  • la poltrona può essere completamente diversa per età differenti: controllare sempre (o chiedere ai commessi) se l’arredo corrisponde per caratteristiche all’età del bambino che dovrà farne uso;
  • meglio se è sfoderabile e in genere facile da lavare. Mai escludere che possa macchiarsi o sporcarsi, con i bambini è facile che succeda;
  • requisito basilare, deve essere confortevole. Il bambino deve considerare questa poltroncina un’ottima risorsa per riposarsi, per calmarsi;
  • se la si sposta frequentemente da una zona all’altra, è meglio sceglierla leggera (se si tratta di un blocco o pezzo unico) o facile da smontare (se si può decostruire nei vari pezzi);
  • attenzione allo spazio: prima di effettuare un acquisto occorre controllare se l’arredo si incastra bene nel luogo scelto per ospitarlo, che sia un angolo del soggiorno o della stanza del bambino;
  • un occhio al design: colori vivaci, forme arrotondate e gentili, animali o piante incorporati aiutano a rendere la poltroncina più bella e piacevole per il destinatario;
  • un consiglio sempre utile quando si tratta di abbigliamento, accessori e arredi per i più piccoli, è coinvolgerli nella scelta. Questo è fondamentale per responsabilizzarli e rafforzare l’affezione al nuovo acquisto.

Poltroncina bimbo: dove acquistarla

Una poltroncina bimbo si può comprare sui siti di arredamento, nelle catene “fast furniture”, o anche nei negozi di giocattoli. C’è chi preferisce una poltroncina lineare, che emuli in piccolo l’arredamento degli adulti, e chi invece opta per arredi che ricordino i personaggi Disney o gli animali preferiti. Ecco qualche proposta per individuare la poltroncna migliore a seconda delle proprie priorità e quelle del bambino:

Poltroncina per bambini IKEA

IKEA non tradisce il proprio amore per il minimalismo scandinavo e propone poltrone molto semplici, con disegni di dinosauri o gattini. Come questa poanka, dal giocoso motivo dei gatti e costituita da impiallacciatura di betulla, comoda da posizionare ovunque, nonché facile da spostare. Costa 40 euro.

POÄNG Poltroncina, impiallacciatura di betulla/Medskog motivo dinosauri
POÄNG Poltroncina, impiallacciatura di betulla/Medskog motivo dinosauri

Comoda e utile, sempre all’interno del comparto IKEA, questa poltroncina girevole bianca, che esercita l’equilibrio dei più piccoli. Per rendere ancora più divertente il gioco, si può chiudere la capote e vivere il proprio spazio segreto. Da notare: la capote lascia filtrare la luce per cui non sarà mai totalmente buio all’interno. A 69 euro.

IKEA PS LÖMSK Poltrona girevole, bianco/rosso
IKEA PS LÖMSK Poltrona girevole, bianco/rosso

Poltroncina per bambini Maisons du Monde

Ecco invece una proposta Maisons du Monde, una poltrona koala grigia, morbidissima, in un grigio che si lega e armonizza facilmente con l’ambiente circostante. Disponibile anche simile in altri animali, come la volpe. A un costo di 49,99 euro.

Maisons du Monde – Poltrona koala grigia
Maisons du Monde – Poltrona koala grigia

Oppure, sempre di Maisons du Monde, questa poltrona in bouclé, rosa, senape ed ecrù, che propone il disegno che simula una porticina. Indispensabile per il relax del bambino, e un tocco di poesia all’interno dei propri arredi.

Maisons du Monde – MALAGA – Poltrona per bambini in tessuto bouclé écru, rosa e giallo senape
Maisons du Monde – MALAGA –
Poltrona per bambini in tessuto bouclé écru, rosa e giallo senape

Sempre di Maisons du Monde, un sogno che si avvera (e non solo per i bambini): la bellissima, super pop poltrona Unicorno, bianca, rosa e dorata, una spolverata di magia che fa bene a tutti, grandi e piccoli. Sempre a 49,99 euro.

Maisons du Monde – Poltrona unicorno bianca rosa e dorata
Maisons du Monde – Poltrona unicorno bianca rosa e dorata

Questa poltrona è l’ideale in una cameretta dai colori pastello, come mostra il suggerimento della maison: pareti grigie o latte e menta, una spruzzata di rosa, oro e bianco latte in giro, e l’unicorno diventa anche un bellissimo arredo oltre che un comodo oggetto per il relax.

Maisons du Monde – Poltrona unicorno bianca rosa e dorata
Maisons du Monde – Poltrona unicorno bianca rosa e dorata

Poltroncina con Minnie e personaggi Disney su Amazon

Per chi ama Disney, invece, perché non optare per una poltroncina con Anna ed Elsa di Frozen, oppure con Minnie, come questo modello rosa a forma di cuore? A 72,90 euro su Amazon.

Disney Simba - Poltrona Minnie a forma di cuore
Disney Simba – Poltrona Minnie a forma di cuore

Poltroncina di Bing

Bing è per la maggior parte dei bambini in fascia 2 – 4 anni il protagonista per eccellenza dei cartoni animati, ecco quindi in vendita dalla Prenatal una poltroncina deliziosa con Bing che tiene per mano Sula ( e il fantastico Flop che li saluta). Perfetta per qualsiasi cameretta montessori per bambino.

Poltroncina bimbo: Conclusioni

La poltroncina è importante per il corretto sviluppo del bambino, per insegnargli a sedersi ma anche per capire qual è il momento del gioco, della corsa e quale quello del relax. I modelli sono svariati, più semplici o super-accessoriati: va solo deciso quale poltrona è più adatta alle proprie esigenze, al proprio stile di arredamento e alle necessità del bambino, se deve diventare un letto o tenergli compagnia con canti e storielle.

In questa guida si è voluto dare qualche indicazione per scegliere nel modo migliore la poltroncina per i più piccoli: dimensioni, forme ed età del piccolo sono sempre elementi importanti per fare la propria selezione. E trovare l’oggetto migliore per accompagnare un figlio o nipote nei propri momenti di crescita, attività e relax.

Alice Grisa

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Armocromia e arredamento: arredare casa in base alla propria stagione
Poltroncina bimbo: perché è utile e quale scegliere

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.