Piastrelle per la casa: formati, materiali e stile

In questo articolo diamo un’occhiata ai tipi di mattonelle reperibili in commercio con cui poter impreziosire i diversi ambienti della casa. Ti accompagno dalla cucina al bagno passando anche per gli esterni e il salone. Leggi l’articolo per scoprire tutti i nostri suggerimenti e le soluzioni più glamour!

Piastrelle, mattonelle, cementine, maioliche… sono tanti i nomi per chiamare questo elemento decorativo e funzionale. Se sei un amante delle mattonelle o semplicemente sei incuriosito dalle sue potenzialità, questo è l’articolo giusto per te. Ti parlo dei diversi tipi di mattonelle, ne evidenzio i vantaggi e le caratteristiche ed infine le contestualizzo negli ambienti di casa. In questo modo avrai un’idea su come arredare gli spazi a seconda dello stile.

Come puoi immaginare le mattonelle sono davvero tantissime, per questo è opportuno fare una differenziazione iniziale. Una volta catalogate, puoi valutare la tipologia che fa al caso tuo. Le mattonelle si distinguono principalmente per grandezza, materiale, forma, finitura e fantasia.

Grandezza delle piastrelle: quali scegliere le grandi o le piccole?

La risposta è “dipende”. Dipende innanzitutto da dove dobbiamo collocarle, non ti parlo solo di ambiente ma anche di spazio a disposizione. In una parete di dimensioni ridotte o in una nicchia è preferibile l’uso di piastrelle piccole, grazie alle quali sarà più semplice ottimizzare i mattoncini, evitando anche gli sprechi. Non solo, le mattonelle piccole impreziosiscono con i dettagli, e danno vita a mosaici e pareti stilizzate. Le mattonelle a mosaico sono la soluzione ideale per le cabine doccia, a seguire il modello Lagoon disponibile da Iperceramica, con quadratini sui toni del turchese e del bianco.

Mosaico Ceramica Lagoon 20X50 Lucido Bianco/Blu di Iperceramica

Le piastrelle grandi sono prodotti versatili, ottimi sia per i pavimenti che per il rivestimento di pareti spaziose, perché permettono un’applicazione più rapida, contribuiscono ad ampliare il senso di arioso e sono indubbiamente più facili da pulire. Ci sono moltissime varianti in commercio, ad esempio il modello 30×30 o 40×40 che sono senz’altro la tipologia di mattonelle più classiche, ma sono molto diffusi anche i lastroni 60×60 o 90×90 che si addicono in modo particolare ad ambienti moderni. La serie Works di Iperceramica in gres porcellanato, è disponibile in 2 diversi formati 30×60 o 60×60, nelle colorazioni di grigio luminoso o beige caldo.

Rivestimento in gres porcellanato effetto cemento- Piastrella Works di Iperceramica

Materiali principali delle piastrelle

Le mattonelle sono realizzate in svariati materiali per accontentare le esigenze e i gusti personali. Il tipo di materiale più diffuso è senza dubbio la ceramica, altre opzioni valide sono il cotto, il marmo e la pietra. Analizziamo nel dettaglio le loro caratteristiche, i vantaggi ed i costi orientativi di ognuna.

Mattonelle in ceramica: differenza tra monocottura e bicottura

Il materiale più utilizzato da sempre per la costruzione delle mattonelle è la ceramica. Le piastrelle in ceramica si distinguono per il tipo di cottura, per questo motivo vengono chiamate piastrelle monocottura e piastrelle bicottura.

Il vantaggio delle piastrelle in ceramica monocottura è che sono più semplici da produrre e dunque più economiche, inoltre sono le più facili da pulire. Vanno bene sia per le pareti che per i pavimenti, sono ideali in bagno e in cucina in quanto morbide e forabili, ma non sono consigliate per gli esterni. Il costo delle piastrelle monocottura si aggira attorno ai 4 – 6€ al metro quadro. A seguire la cementina di Bricoman

Piastrelle monocottura Bricoman

Le piastrelle in bicottura sono ancora più leggere e sottili rispetto alle monocottura e garantiscono dei colori più brillanti poiché smaltate in un secondo momento. Per la loro delicatezza sono dunque sconsigliate per il rivestimento dei pavimenti, ma sono perfette per l’applicazione sulle pareti. Le piastrelle di Iperceramica in foto accendono di vitalità un bagno moderno. Il costo delle piastrelle bicottura varia tra i 10 e i 17€ al metro quadro.

Piastrelle bicottura Lagoon Iperceramica

Mattonelle in gres porcellanato

Il gres porcellanato è una sottocategoria della ceramica che merita un focus specifico. La sua lavorazione particolare fa sì che queste mattonelle siano altamente resistenti e compatte, perfette dunque sia per interni che per esterni. Il gres porcellanato può essere realizzato con effetto legno, effetto pietra, effetto cemento, effetto cotto ed effetto marmo. La sua versatilità lo rende adatto a diversi stili tra cui lo stile moderno o lo stile industriale, non a caso è il materiale più richiesto del momento. Il costo del gres porcellanato parte dai 15€ al metro quadro per arrivare anche oltre i 30.

tipi di piastrelle in gres porcellanato
Tipi di Gres Porcellanato

Mattonelle in pietra naturale

Le mattonelle in pietra sono ideali per l’esterno, nello specifico per balconi, terrazzi e giardini. Sono di facile posa e belle da vedere. I tipi di pietra più utilizzati per la realizzazione delle mattonelle sono il travertino, l’ardesia e le pietre calcari. Un pavimento o una parete in pietra accentuano l’effetto rustico dello spazio esterno. In una casa di montagna la scelta di mattonelle in pietra è dettata dalla necessità di isolare il contesto abitativo e preservarlo dall’umidità.

mattonelle in pietra naturale
Mattonelle in pietra naturale

Altri materiali moderni: cotto, marmo e klinker

Esistono anche mattonelle in cotto, mattonelle in marmo e per finire mattonelle in klinker. Il klinker è un materiale estremamente resistente ed impermeabile, per questo è molto usato per l’esterno, in ambito industriale e sportivo ed in particolare per il rivestimento del fondo di piscine. Presenta il caratteristico colore mattone, ma è possibile realizzarlo in varianti cromatiche più chiare o più scure. Il costo del klinker parte da 20€ al metro quadro.

Le mattonelle in marmo sono una scelta raffinata per un ambiente di design. Il marmo è elegante con tutte le sue venature ipnotiche, altamente resistente e di prestigio. Di contro è un materiale freddo e alquanto costoso, infatti si parte da circa 45€ al mq per arrivare anche attorno ai 90€ al mq, a seconda della varietà.

Un pavimento in cotto regala una sensazione di immediato calore alla casa. E’ un materiale della tradizione a cui le moderne tecniche artigianali hanno saputo dare nuova vita, rendendolo più resistente all’usura e alle macchie. Il vantaggio del cotto è quello di essere un buon conduttore di calore, per questo si dimostra indicato sia per l’interno che per l’esterno. Sebbene trattato, il cotto rimane un materiale molto poroso, pertanto è necessario adoperare una manutenzione costante per vantare un pavimento dall’aspetto sempre impeccabile. Il prezzo del cotto varia molto a seconda della qualità e del trattamento, si può partire da circa 15€ per arrivare fino a 60€ per mq.

Klinker, Marmo e Cotto

Forma, finitura e fantasia delle piastrelle

Al giorno d’oggi le piastrelle vengono plasmate nelle forme più disparate. Affianco alle tradizionali piastrelle rettangolari o quadrate vediamo anche le piastrelle esagonali, quelle a ventaglio, quelle di forma irregolare e le affascianti piastrelle arabesque. Per incontrare i gusti personali di tutti, i produttori realizzano piastrelle levigate o porose, dalla superficie in rilievo o liscia, piastrelle smaltate o piastrelle anticate. Le mattonelle seguono gli stili e le tendenze e dunque si sbizzarriscono con disegni fantasiosi o forme geometriche e si compongono tanto di colori sobri quanto di tonalità vivaci.

forma delle piastrelle
Forma delle piastrelle più comuni

Piastrelle per una casa glamour

Come ti ho mostrato in questa breve introduzione le mattonelle sono di moltissimi tipi proprio per essere adattate ai contesti più vari e alle esigenze più disparate. In ogni casa troviamo una cucina o bagno con piastrelle, ma il modo in cui puoi decorare le mura è del tutto personale. Puoi decidere infatti di ricoprire una o tutte e quattro le pareti della stanza, decorarle nella loro interezza o solo in parte con qualche dettaglio a mosaico.

Piastrelle fantasiose per una cucina originale

Dove applicare le piastrelle in una cucina? Le piastrelle hanno il compito di proteggere il muro dall’umidità e dai vapori della cucina ecco perché non possono assolutamente mancare in questo ambiente. Una cucina con mattonelle allegre e fantasiose si fa riconoscere per la sua originalità e si identifica in un’area ben delineata anche in un open space con angolo cottura. Vediamo nel dettaglio i punti strategici in cui posizionare le mattonelle per un effetto visivo notevole.

Delimitano gli spazi: ecco dove metterle

Le piastrelle servono anche a delimitare gli spazi, motivo per cui una cucina può prevederne di due tipi, più sobrie a ricoprire il perimetro e più sgargianti sopra il piano cottura. Per questa applicazione si consiglia l’uso di maioliche smaltate, frizzanti e fantasiose, capaci di rallegrare l’atmosfera e donare carattere e personalità alla tua cucina.

La cucina tradizionale vede la presenza di mattonelle su tutte le pareti della stanza, applicate sui 2/3 della sua altezza. Nelle cucine più moderne le mattonelle vengono applicate nella porzione di spazio tra il piano da lavoro e i pensili, per tutta la lunghezza della parete.

Cucina con piastrelle
Cucina con piastrelle verdi

Puoi optare per un’alternanza di forme e fantasie tra il piano orizzontale e la zona verticale compresa tra i fornelli e la cappa. Il resto delle pareti possono essere intonacate o rivestite con piastrelle differenti per giocare con i colori e con i contrasti.

cucina con maioliche
cucina con piastrelle blu

Le cementine fantasiose ammaliano con i loro colori accesi e si addicono a cucine dallo stampo classico o vintage. Le piastrelle lisce e monocromatiche sono ideali in cucine moderne e contemporanee, mentre in una cucina industriale, una parete di piccoli mattoncini grezzi sono la soluzione perfetta.

maioliche colorate in cucina
cementine fantasiose in cucina

Piastrelle per il bagno; formati, texture e mix di fantasie

Partiamo col dire che l’uso delle piastrelle per il bagno è fondamentale. Infatti non dobbiamo trascurare lo scopo funzionale delle mattonelle che è quello di isolare le pareti e proteggerle dall’umidità. Le piastrelle vengono tradizionalmente applicate sui quattro lati della stanza e rispecchiano a pieno lo stile del bagno. Possiamo posizionare le mattonelle anche nella cabina doccia o subito dietro il lavabo per caratterizzare il nostro bagno.

dove posizionare le piastrelle nel bagno
Dove posizionare le piastrelle in bagno

Piastrelle per il bagno in stile moderno e in stile marocchino

Il bagno moderno vede spesso la combinazione di pareti intonacate e piastrelle. Le piastrelle sono disposte ad arte in punti strategici ad esempio dietro la parete del lavabo o alle spalle dei sanitari per creare dei giochi di colore. Il bagno in foto si caratterizza con le sue piastrelle esagonali che ricordano un alveare, un richiamo tutto naturale accentuato dalle pareti verdi e dalle piante decorative.

bagno moderno con mattonelle

Un modo per distinguersi è ricoprire l’interno della cabina doccia con piccole mattonelle o tessere di mosaico. Questa tecnica è frequente in bagni esotici e nello specifico per il bagno in stile marocchino. Un bagno marocchino vanta una palette di colori vividi e affascinanti come il turchese, il blu pavone e il verde quetzal. Fiori e fantasie arabeggianti ci riportano con la mente a scenari esotici, a mercati dai profumi speziati e a luoghi carichi di mistero.

bagno marocchino
Moodboard bagno in stile marocchino

Ti svelo un segreto, le mattonelle sagomate di questo stile si chiamano “arabesque” e puoi acquistarle da Tonalite in moltissime varianti brillanti, oppure bianche da Leroy Merlin!

piastrelle arabesque
Piastrelle Arabesque

Piastrelle per il soggiorno

Le mattonelle in soggiorno sono la sorpresa che non ti aspetti. Il materiale che si predilige è il gres porcellanato che ha il vantaggio di essere durevole, versatile e contenuto nei costi. Per la pavimentazione si può optare per il gres effetto marmo in un ambiente classico e per l’effetto legno in un contesto moderno o urban chic. Il rivestimento in gres è ottimo anche per le pareti, puoi decidere per una parete in mattoncini grezzi se ami lo stile industriale oppure selezionare un pannello in pietra per arredare in stile country o in stile contemporaneo la tua dimora.

Piastrelle in un soggiorno Urban

Piastrelle per l’esterno

Per spazi esterni si intende il giardino o la terrazza ma ci possiamo riferire anche ad ambienti semi-coperti come patio e verande. Gli spazi esterni hanno bisogni di materiali solidi per resistere agli agenti atmosferici, ma non dimentichiamoci che anche l’occhio vuole la sua parte. Ci sono molte soluzioni che rappresentano il giusto compromesso tra qualità ed estetica. Per il pavimento di un patio possiamo utilizzare il klinker o il gres porcellanato e personalizzarlo con il rivestimento che preferiamo, dal porfido all’effetto pietra. Un’idea sfiziosa per il pavimento è l’applicazione di un rosone in piccoli mattoncini che diventa il tratto distintivo di una veranda di stile. Complice lo spazio coperto il decoro non rischia l’usura e il deterioramento.

rosone da pavimento esterno
Rosone Oregon di Bricoman

Il materiale che selezioniamo per il nostro spazio esterno denota scelte distinte a livello di stile. Lo sapevi che il gres porcellanato può essere rivestito anche con effetto legno e con effetto cotto? Con l’effetto legno diamo vita ad un contesto totalmente moderno, semplice nelle linee ma raffinato. L’effetto cotto regala un tocco più rustico che ben si accompagna a divanetti e poltroncine in vimini o rattan.

Quale idea ha stuzzicato la tua curiosità? Scrivicelo in un commento

Ludovica Di Mario

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Iscriviti per ricevere i nostri aggiornamenti!

Previous
Come arredare un balcone (e area gioco per i bambini)
Piastrelle per la casa: formati, materiali e stile

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.