Peach Fuzz idee: 5 stili d’arredo e make up a confronto

Ultima modifica 14/02/2024

Quante volte hai già digitato Peach Fuzz idee sul tuo smartphone? Se anche tu sei ossessionato dal nuovo colore Pantone 2024, allora non perderti il nostro articolo!

Ami seguire le tendenze del momento sia per quanto riguarda l’arredamento che moda e make up? Abbiamo pensato di giocare con uno dei colori più chiacchierati del periodo, il Peach Fuzz, e abbinarlo non solo agli stili d’arredo per la casa, ma anche alla moda e al make up, mettendo al confronto 5 stili d’arredo con trend make up e moda.

Peach Fuzz colore Pantone 2024: tutto quello che c’è da sapere

Ormai lo conosciamo bene, il Peach Fuzz è un colore davvero interessante perfetto per tanti abbinamenti sia per quanto riguarda l’arredamento che il campo della moda e del make up.

Un colore delicato, chiaro, luminoso, una via di mezzo tra rosa e arancione, due colori protagonisti sia dello scorso anno che del 2024. Il Peach Fuzz si abbina ai colori neutri, sta benissimo con le tonalità pastello e possiamo sceglierlo anche per abbinamenti più particolari con colori complementari.

Lo scegliamo per creare palette monocromatiche con toni che vanno dal pesca all’arancio, ma anche con tonalità opposte sulla ruota dei colori per mix and match d’effetto. Questi accostamenti di colori sono da scegliere per arredare casa, ma anche per outfit originali e, perché no, anche per un trucco studiato e definito.

Peach Fuzz idee: 5 stili d’arredo e make up

L’idea è di creare un parallelismo tra questo colore, stili d’arredo per la casa, la moda e il make up: ma come? Ho scelto 5 stili, quelli con cui grazie al Peach Fuzz è possibile dare alla propria abitazione un’estetica di tendenza ma, allo stesso tempo, personalizzando al massimo gli ambienti.

Gli stili scelti d’arredo sono:

  • vintage
  • boho chic
  • contemporaneo
  • minimal
  • stile parigino.

Perché proprio questi stili? Sono versatili, moderni, e li usiamo spesso per arredare casa. Lo stile minimal, ad esempio, insieme allo stile moderno, è stato uno dei più amati specialmente negli ultimi anni. Oggi però c’è una tendenza orientata verso l’estetica massimalista reinterpretata secondo le esigenze di spazio e funzione dei nostri ambienti.

Il consiglio che voglio darti è quello di tenere sempre presente i tuoi bisogni. Arreda e definisci gli ambienti in base allo spazio che hai e cerca di ritagliarti piccoli spazi in cui dedicarti al totale relax e ai tuoi hobby. Ormai viviamo sempre più la casa trascorrendoci più tempo rispetto a qualche anno fa; valorizzare gli ambienti significa apprezzarne ogni angolo, ed è per questo che lo stile d’arredo, con colori, materiali e finiture, sarà scelto nei minimi particolari e farà davvero la differenza.

Peach Fuzz idee: stile vintage

Peach Fuzz idee

Il primo stile da cui partire è lo stile vintage. Quando parliamo di stile vintage dobbiamo tener presente che non esiste un’unica estetica, anzi. Si tratta di un modo di arredare casa molto personale, perché grazie allo stile vintage possiamo avvicinarci a diversi periodi, scegliendo un arredamento ispirato a un decennio in particolare o mixandone diversi, prendendo in prestito le tendenze dei vari periodi.

Oggi va tantissimo sia l’estetica anni ’70 che quella metà anni ’60, e lo si evince in particolare nel campo della moda e dell’arredamento. Arredare casa in stile anni 70 è uno dei trend più in voga del momento, così come la scelta di colori ispirati a quel periodo, vedi il color senape, il verde avocado e l’arancione.

Arredare casa anni 70: mobili e colori

Parlare di stile vintage oggi ci porta ad affiancarci a un design ispirato agli anni 70. I mobili sono essenziali e funzionali, come le madie basse, i divani ampi, i tavolini in legno o in rattan da abbinare al divano, le lampade da terra e le lampade da tavolo sono protagoniste di angoli colorati e tappezzati con carte da parati anni ’70.

I colori sono caldi e avvolgenti e vanno dall’arancione al verde, dal rosso al blu. Il Peach Fuzz è perfetto per questo stile d’arredo perché si combina con facilità con palette calde e intense, e ravviva pattern e fantasie giocose tipiche degli anni ’70.

Casa anni ’60 in stile vintage: colori pastello

Ami i colori desaturati? Le palette pastello sono perfette per te. Si adattano a un arredamento in stile anni ’60, con mobili dalle linee pulite, design minimale e bordi smussati. Se ami questo stile non rinunciare a un divanetto colorato, magari proprio color Peach Fuzz, da abbinare davanti a una parete rivestita con una carta da parati floreale, un vero must have del periodo.

E proprio ispirandoci a un’estetica degli anni 60/70, il make up che voglio proporti è quello che si ispira a quegli anni. In particolare voglio soffermarmi sul make up anni 60.

Stile vintage: anni 60 make up e moda

Partiamo da una vera e propria icona di stile: Twiggy. Considerata come una delle prime top model al mondo, è londinese ed è stata modella, attrice ma anche cantante. La definiamo un’icona del periodo perché la sua estetica ha completamente definito l’industria della moda durante gran parte della fine del XX secolo. Fisico androgino, occhi grandi e sempre truccati con ciglia lunghe e capelli cortissimi biondi, il suo aspetto la distingueva dalle top model sinuose dell’epoca.

Parlando di Twiggy dobbiamo soffermarci ancora su due cose, il trucco occhi e le mini gonne.

Twiggy è stata infatti la prima modella che ha indossato la minigonna. Da chi è stata inventata la minigonna? Mary Quant viene considerata l’inventrice della mini gonna, non solo un capo che spopolò tra le ragazze degli anni ’60, ma simbolo della liberazione femminile e dello spirito anticonformista. Un capo perfetto per la nostra Twiggy!

Il make up anni ’60 si concentra soprattutto sugli occhi, come Twiggy ne è icona, mentre le labbra venivano lasciate più naturali. Un abbinamento perfetto? Occhi truccati con eyeliner e ombretto chiaro, luminoso, e labbra color Peach Fuzz.

La moda anni ’60 prevedeva un mix and match di pattern, colori pastello, ma anche colori vibranti e d’effetto.

Peach Fuzz idee: stile boho chic

Peach Fuzz idee:

Lo stile boho chic è uno dei più scelti per un arredamento moderno ma super originale. È il mio stile d’arredo preferito ed è consigliato per chi vuole creare ambienti accoglienti, colorati e dagli arredi essenziali. Arredare in stile boho chic significa circondarsi di palette colorate, materiali naturali dalle finiture in legno, mobili compatti in rattan e bambù, tessuti morbidi, fantasie dai disegni maxi e arredi di design ispirati alle diverse culture del mondo. Gli ambienti saranno personalizzati e racconteranno la storia di chi vive la casa. Ogni casa sarà unica perché contenitore delle esperienze di chi vi abita.

Come utilizzare il Peach Fuzz in una casa in stile boho chic? È un colore luminoso che possiamo scegliere per una parete in soggiorno, per dipingere il bagno, ma anche per gli arredi, come una consolle in camera da letto.

Make up e moda anni 70 e Peach Fuzz

Per incarnare pienamente l’estetica libera e anticonformista dello stile boho chic, un make up in stile anni ’70 è davvero perfetto.

Sono stati anni di trasformazione, una rivoluzione culturale iniziata negli anni ’60 e che ha trovato massima espressione nei decenni successivi. Un’icona di stile anni 70 è senza dubbio Diane Keaton. Chi non se la ricorda nei capolavori di Woody Allen come Io e Annie o Manhattan? Partiamo proprio dal suo stile per capire come ricreare un trucco anni 70, ma soprattutto un outfit iconico, e come utilizzare il Peach Fuzz.

Il suo stile influenza ancora oggi, e resta iconica in ogni suo outfit. Basta guardare i film di Allen per restare incantati dal suo portamento. Diane Keaton indossa con nonchalance una bombetta nera, che non è detto stia bene a tutti, un gilet accompagnato da un blazer, pantaloni larghi con stivaletti, e un sorriso che disarma.

I suoi personaggi, in particolare Annie Hall, rispecchiavano le donne del periodo: più libere, verso l’emancipazione di pensiero, ma anche quella economica. Il look più memorabile di Diane Keaton? Il suo completo con gilet e cravatta di Annie Hall, ispirato dal suo stile personale fuori dallo schermo, ovviamente.

Il completo in velluto a coste era anche un altro must di quegli anni, ben portato dalla nostra icona di stile, tra l’altro uno dei suoi capi preferiti. A proposito, hai notato quest’anno come il velluto sia presente sulle passerelle?

Ecco come creare un look inimitabile alla Diane Keaton: il segreto è stratificare. Inizia con un dolcevita, sovrapponi un cardigan o un gilet e se vuoi, aggiungi una giacca. Scegli dei pantaloni a vita alti, con gamba ampia, e il gioco è fatto. 

E il make up?

Parola d’ordine: glam rock. Se ami la musica, non ti saranno di certo sfuggiti i make up e gli outfit di David Bowie. A Londra cominciava ad affermarsi anche il Punk. Sono anni pieni in cui ci si divertiva a sperimentare e uscire dagli schemi. E parlando di punk, impossibile dimenticare la grandissima stilista Vivienne Westwood e il contributo che ha dato a questa estetica.

L’estetica anni ’70 è bella proprio perché permette a chiunque di esprimersi. Il make up è molto naturale, soprattutto di giorno, mentre di sera è più facile osare. Ed è qui che entra in gioco il Peach Fuzz. Labbra color pesca, ombretti colorati e pelle baciata dal sole. Il blush di sera è più intenso, gli ombretti dal peach/nude passano poi al verde e all’azzurro.

Peach Fuzz idee: stile contemporaneo

Peach Fuzz idee

Se stai cercando diverse idee con il Peach Fuzz per la tua casa, allora lo stile contemporaneo è perfetto proprio perché comprende tutte le tendenze del momento reinterpretandole secondo le esigenze di chi vive la casa. Negli ultimi mesi abbiamo visto il ritorno della linea curva, e quindi mobili dagli angoli smussati e dalle geometrie meno spigolose, colori caldi e pieni, carte da parati dalle fantasie esagerate, mix and match di tessili e materiali naturali.

Puoi scegliere il Peach Fuzz come colore principale a cui andrai abbinare altre tonalità come l’azzurro, il color carta da zucchero, il verde acqua, il verde oliva ma anche il rosa vivo o il rosa shocking. Per le pareti puoi provare le carte da parati con il Peach Fuzz, ma anche la tecnica del color block, utilizzando diverse cromie a contrasto su una o più pareti.

E per quanto riguarda Peach Fuzz idee make up?

Peach Fuzz idee make up 2024: i trend del momento

Sono tantissimi i trend del momento per quanto riguarda il make up. Ogni giorno sembra uscire qualche nuova moda, soprattutto sui social. Facci caso, ti è mai capitato su Instagram o Tik Tok di incappare in video di ragazze che sperimentano un trucco ispirato a questo o quel personaggio? Lo scorso anno era forte l’estetica Clean Girl Makeup, un make up naturale, semplice, o anche il Latte make up nei toni caldi del beige, marrone, miele e nude, mentre già da questo inverno c’è stata un’inversione verso look più pieni, abbandonando l’estetica minimal per qualcosa di più strong. Il 2024 sarà l’anno del Soft Goth con occhi truccati con ombretti scuri e labbra effetto ombré con il contorno labbra più marcato e un velo di gloss per mettere in evidenza il rossetto. Ma ci sono anche altri trend, come il Mob Wife Make up con un trucco super appariscente.

Anche i colori pastello diventano protagonisti, e questo ritorno è dovuto all’estetica anni ’70, con occhi truccati con ombretti pastello, uno su tutti l’azzurro e il blu.

Il Peach Fuzz sarà un colore cha farà parte del tuo beauty, per occhi e guance in particolare, anche grazie a prodotti balm adatti per truccare occhi, labbra e viso. Se ami l’estetica della Clean Girl Makeup, allora non mancherà un gloss pesca e un rossetto cremoso nei toni aranciati.

Peach Fuzz idee: stile minimal

Peach Fuzz idee

Pensavi che non avrei parlato dello stile minimal, vero? Per quanto quest’anno possa essere meno scelto rispetto agli altri anni, la sua estetica resta irrinunciabile per tante persone che hanno fatto del minimalismo anche uno stile di vita.

Il minimalismo ci porta ad avere pochi oggetti, che si tratta di arredi, vestiti, make up e creme per il beauty, scarpe (come si fa?) e tanto altro ancora, che siano appunti essenziali, evitando così di accumulare prodotti che potremmo non utilizzare.

A chi non è mai capitato di acquistare un vestito e non metterlo mai, o indossarlo, al massimo, 2/3 volte? Spesso compriamo di impulso. All’inizio quelle scarpe con fantasia maculata ci sembravano irresistibili, ma poi non abbiamo trovato l’outfit e l’occasione giusta per indossarle, e sono rimaste chiuse nella loro confezione, in fondo alla scarpiera.

Adottare un approccio minimalista, significa proprio puntare su pochi pezzi (dai mobili della casa al vestiario) ma buoni, possibilmente di buona fattura e realizzati con zero sprechi, quindi fatti con materiali naturali e magari nel modo più artigianale possibile. Questo è uno stile da adottare se sei contro il fast fashion, ma anche se non vuoi acquistare mobili che potrebbero avere tutti. Pensaci bene, anche se lo stile minimal può sembrare all’apparenza uguale in ogni casa, non è così. Se si tendono ad acquistare prodotti realizzati in serie, allora sì, tutti compreremo quello che vediamo proposto. Ma se punti sull’originalità, sul fatto a mano, allora la tua casa sarà davvero unica.

Peach Fuzz idee in una casa minimalista

Il Peach Fuzz è un colore molto indicato in una casa minimalista perché i colori pastello rientrano in questa estetica essenziale e pulita. Una carta da parati con pattern minimal nel color Peach Fuzz è perfetta per un living moderno, oltre alle pareti puoi scegliere questo colore per gli arredi, o magari acquistare degli elettrodomestici color Peach Fuzz. Anche un tappeto con frange color Peach Fuzz e da provare, soprattutto in camera da letto.

Peach Fuzz idee make up: semplice ma d’effetto

Idee Peach Fuzz per un make up che si fa ricordare? L’estetica minimal è semplice, ma non per questo risulterà anonima. Crea un look monocromatico: blush color pesca, ombretto opaco sui toni dell’arancio pastello, e un velo di rossetto aranciato con un pizzico di gloss.

Anche la moda vede questo colore protagonista. Cerchi outfit Peach Fuzz? Le idee sono tante, da una giacca color pesca abbinata a una camicia celeste su un jeans comodo, a un vestito senza spalline lungo, ideale per le stagioni più calde.

Peach Fuzz idee stile parigino

Peach Fuzz idee

Lo stile parigino è sempre più imitato sia per quanto riguarda l’arredare casa che per moda e make up. È ormai un’estetica che si è consolidata specialmente negli ultimi anni, perché fresca ed elegante.

Quando immaginiamo le ragazze parigine pensiamo a ragazze e a giovani donne con una pelle di porcellana, senza imperfezioni. Sfoggiano caschetti sbarazzini o lunghi capelli a onde che scendono sulle spalle, un velo di rossetto, mascara, e un abitino leggero accompagnato da ballerine in vernice. Certo, è un immaginario forte e ben costruito, non per forza così impostato, ma senza dubbio, lo stile parigino resta uno dei più chic a cui guardare quando si tratta sia di moda e make up, che arredare il proprio appartamento.

Peach Fuzz idee per una casa in stile parigino

Il Peach Fuzz è un colore da usare assolutamente se si vuole arredare casa con un’estetica parigina. È un colore sofisticato, moderno, un trend del momento, e si abbina con tantissime tonalità, sia neutre che pastello, che poi sono le palette migliori per un appartamento in stile francese.

I veri appartamenti parigini sono unici e non sorprende che sono tra i più fotografati sulle riviste d’arredamento. Con soffitti alti e finestre che sembrano infinite, modanature intagliate, caminetti in marmo, pavimenti in parquet a spina di pesce e boiserie, questi spazi hanno dettagli architettonici davvero caratteristici.

Sofisticato ed elegante, l’arredamento in stile parigino è senza tempo. Il segreto è mixare l’elemento classico, che caratterizza il layout di queste case, con lo stile contemporaneo, creando un equilibrio tra arredi di design e pezzi più datati.

Un tipico appartamento parigino ha le pareti chiare, di solito sono dipinte di bianco perché questo neutro permette di far risaltare i dettagli degli ornamenti e di ottenere quanta più luce naturale possibile. Per aggiungere contrasti e profondità a una stanza, a volte vengono utilizzati colori più profondi.

Altri colori principale scelti sono i toni pastello, quindi il Peach Fuzz va benissimo, mentre i colori più vivaci vengono utilizzati per gli accenti. Un esempio? Una poltrona verde smeraldo collocata davanti a una parete color pesca è perfetta per l’angolo lettura.

Peach Fuzz idee: come usare il color pesca nel make up in stile parigino

Un make up in stile parigino come quello sfoggiato dalle donne francesi è perfetto, minimale, con pelle luminosa e capelli naturali, lasciati liberi e senza acconciarli troppo. Come fanno ad avere sempre quell’aspetto di essersi appena alzate dal letto e apparire così impeccabili? Tutto parte dalla pelle. Una skin care studiata ad hoc per il proprio tipo di pelle dona una texture liscia, minime imperfezioni ma soprattutto un colorito sano, naturale. Il trucco serve “solo” ad esaltare la propria bellezza, non a creare una versione “artificiosa” di sé stesse. Ecco perché usano il make up con moderazione.

Non usano quasi mai il fondotinta ma preferiscono le bb cream per la base make up, e si concentrano o sugli occhi o sulle labbra per il resto del trucco. L’idea è di ravvivare le labbra con un rossetto o intensificare lo sguardo con mascara e un eyeliner in gel, facile da sbavare per creare uno smokey eye appena accennato. Per un effetto più drammatico invece, puntano solo sulle labbra, con un rossetto rosso ma steso in modo non perfetto, ma sempre naturale, così da poterlo portare con disinvoltura sia di giorno che di sera.

Il Peach Fuzz per un make up in stile parigino lo troviamo con un blush sulla parte alta degli zigomi, come smalto per una manicure naturale, ma anche come balsamo labbra scegliendo un make up occhi più concentrato.

Quale delle Peach Fuzz idee ti ispira di più? Lascia un commento!

Mariagrazia Repola – redattrice Glamcasamagazine

signature

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Scrivania doppia IKEA: Modelli, misure, prezzi
Peach Fuzz idee: 5 stili d’arredo e make up a confronto

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.