Macchina del caffè: 8 consigli per scegliere la migliore!

Posted on

L’odore del caffè è un sapore indimenicabile… e una buona macchina del caffè può fare la differenza, specialmente in Italia, dove molti hanno un vero e proprio culto per questa popolare bevanda che accompagna e scandisce vari momenti della giornata. C’è chi senza un buon caffè la mattina non riesce proprio a svegliarsi, chi non carbura al lavoro, chi lo apprezza come fine pasto, chi verso metà pomeriggio sente l’esigenza di una piccola spinta e anche chi lo consuma volentieri perfino alla sera.

Il caffè al bar nel nostro paese è un vero e proprio rito, ma anche farselo in casa e magari condividerlo con le persone care è qualcosa che viene sempre molto apprezzato. Per fare un buon caffè avere una valida macchinetta, manco a dirlo, è molto importante, eccone quindi alcune delle migliori tra quelle che possiamo trovare sul mercato nel 2020. Ci concentriamo in particolare sulle macchine per espresso che usano cialde e capsule, molto facili da usare e che garantiscono sempre un ottimo caffè, simile a quello del bar.

L’evoluzione della macchina per il caffè

evoluzione macchine caffè

Prima di vedere nel dettaglio alcune delle migliori macchine per espresso del momento, capiamo meglio come siamo arrivati dove siamo e qual è stata l’evoluzione di questi dispositivi nel corso del tempo.

La prima macchina per il caffè espresso fece la sua comparsa in Italia verso la fine dell’Ottocento, si trattava ovviamente di una macchina da bar. Per molti anni l’espresso si preparava e beveva infatti solo al bar, in casa il caffè si preparava con la moka, da molti va detto ancora amatissima e divenuta nel tempo un oggetto iconico per molti simbolo del Made in Italy più autentico.

In quegli anni il caffè era una bevanda molto forte, in quanto non veniva filtrato. Quindi aveva una carica estrema di caffeina. Arrivò il filtro in Europa e poi pressione a vapore.

Era la fine degli anni Ottanta del Novecento quando le prime macchine da caffè a capsule vennero accolte, prima negli uffici e poi nelle case degli italiani. Negli ultimi anni poi, tra capsule e cialde di vari formati, è cresciuto tantissimo il numero di chi si gode ogni giorno almeno un caffè espresso tra le mura domestiche e spesso anche altre popolari bevande, come tè, cappuccino, infusi, cioccolata calda, ecc.

L’abbassamento del prezzo delle macchine e la possibilità in alcuni casi di averle in comodato d’uso gratuito acquistando solo le capsule, hanno senza dubbio contribuito alla loro rapida e ormai quasi capillare diffusione nelle case.

Le nuove macchinette da caffè sono veramente semplici da usare, spesso richiedono solo di premere un tasto e restituiscono sempre un buon espresso. Non tutte le macchinette però sono uguali, per design, dimensione, prezzo, formato della capsula, ecc. Ecco quindi alcuni consigli per trovare quella più adatta alle proprie preferenze.

Macchina del caffè, meglio le capsule o le cialde?

meglio capsule o cialde?

Una domanda che si pongono in tanti al momento di scegliere una macchinetta per il caffè espresso è se sia meglio propendere per un modello a cialde o a capsule. Che differenza c’è?

Le cialde in genere sono costituita da cellulosa. Lo standard più diffuso è il cosiddetto E.S.E. (Easy Serving Espresso), l’involucro di questo tipo è poroso e pertanto le cialde non possono essere sigillate ermeticamente.

La capsule invece hanno un involucro rigido, in genere di forma cilindrica o di tronco di cono, normalmente sono in plastica o in alluminio. Il fatto di essere sigillate aiuta come ovvio a conservare meglio l’aroma tipico del caffè e a renderlo inattaccabile da fattori che possono degradarlo, come l’umidità o il calore.

Nella battaglia tra cialde e capsule pare che le seconde la stiano spuntando e molte delle più note macchinette per espresso adottano proprio questa soluzione.

8 consigli fondamentali per scegliere la macchina da caffè

migliori macchinette da caffè

1) Il brand (o marchio)

Il mondo delle macchine da caffè è veramente ampio, ci sono aziende di tutti i tipi che producono macchine del caffè (più o meno buono) ma ci sono alcuni big player, i brand storici che se ne spartiscono la gran parte. I marchi più importanti e conosciuti al momento sono Lavazza, Nespresso, Nescafé con le Dolce Gusto, Bialetti e Caffè Borbone (conosciuto per grande pubblicità su Mediaset)

2) Tipologia macchina da caffè: manuale o automatica

Partiamo da fare questa distinzione. Le macchine manuali sono quelle tradizionali ovvero una moka oppure la macchina a braccio (costituita da : campana, macina, ghiera di regolazione, motore e dosatore). In questo caso avviene una macinatura dei grani che va regolata per avere un buon caffè. In questo articolo esaminiamo quelle automatiche.

Macchinetta caffè manuale

Diversamente le macchinette del caffè automatiche prevendono la macinatura dei grani e l’effettiva erogazione del caffè senza alcun lavoro da parte nostra. Ci sarà solo la differenza tra l’utilizzo di cialde o delle capsule.

Questa scelta dipende dall’utilizzo che ne vogliamo fare e dal tempo che abbiamo per gustarci un buon caffè. Se siamo sempre di fretta sa soluzione migliore è la macchina da caffè automatica, se puntiamo su una qualità da bar, la macchina da caffè manuale ha una spinta in più.

3) Macchina da caffè a cialde e a capsule: quali differenze ci sono?

Mentre il serbatoio dell’acqua è più o meno simile per entrambe le tipologie, la struttura e la forma varia da un tipo all’altro. Entrambe sono compatte e poco ingombranti ma per le macchina per caffè a cialde ci sarà un braccio con filtro e beccuccio per erogare il caffè.

Macchina a cialde (con braccio)

Sembra simile al meccanismo delle macchinette da bar. Il caffè esce grazie alla pressione che spinge l’acqua verso il filtro che farà fuoriuscire il caffè. Diversamente nella macchinetta a capsule vi è un meccanismo a pressione che permette di far uscire il caffè una volta inserita la capsula nell’apposito vano e grazie ad un meccanismo automatico avremo il nostro caffè super veloce.

Macchina a capsule

Le capsule di marca in genere non costano poco, permettono comunque sempre un bel risparmio rispetto al costo di un espresso al bar e in particolare se si acquistano delle confezioni più grandi e si sfruttano le periodiche offerte dei maggiori brand, non sarà difficile risparmiare ancora di più.

4) Materiale della macchina da caffè

A prescindere dal tipo di caffè utilizzato (in polvere, cialde o capsule) l’efficenza della macchina del caffè dipende dai materiali utilizzati per : la caldaia, la fonte di calore, il sistema di pressione dell’acqua e il gruppo di erogazione.

La caldaia (necessariamente in metallo deve essere perfetta per scaldare l’acqua alla giusta temperatura, potrà essere in alluminio, acciaio inox, ottone, o rame puro)

Il costo della macchinetta è uno di quei fatìttori che determina la qualità dei materiali utilizzati, una troppo economica (se non in offerta) non potrà garantire una gran durata e qualità del caffè.

I materiali impiegati per la costruzione delle macchine e cosa ancor più importanti per le capsule, sono poi un altro elemento di rilievo. alcuni brand hanno lanciato ad esempio capsule compostabili, altri in alluminio, che rispetto a quelle in plastica preservano meglio l’aroma del caffè.

5) Dimensione del serbatoio: quanto basta?

Un altro elemento importante è la dimensione del serbatoio per l’acqua. Uno dei pochi inconvenienti che ci si trova ad affrontare quando ci si prepara un caffè con una buona macchina da espresso casalinga, è proprio quello che il serbatoio sia a secco. Più è capiente, più ci eviterà la seccatura di doverlo riempire spesso, ma bisogna anche fare i conti con i volumi e trovare il giusto compromesso in base allo spazio che si ha a disposizione.

Oltre ai brand è importante, quando si sceglie una macchina da caffè espresso per casa propria, concentrarsi sulla soluzione tecnologica adottata, capsula o cialda. Meglio optare per formati diffusi e possibilmente dal costo contenuto.

6) Miglior prezzo: della macchina e delle cialde o capsule

In fine, c’è una variabile che va sempre tenuta in debita considerazione, ovvero quella del prezzo. Parliamo sia di quello della macchinetta, ma soprattutto di quello delle capsule. Un espresso fatto in casa se con una buona macchina, non ha nulla da invidiare a uno consumato al bar, ma quanto costa in meno? Dipende proprio dal costo della capsula e naturalmente dal fatto che sia originale o compatibile. Quindi pensiamoci a dovere.

Il caffè macinato e le cialde hanno infatti un prezzo decisamente inferiore a quello delle capsule, con le quali il caffè arriva a costare anche 50 euro al chilo.

Alcuni noti produttori di caffè poi, come ad esempio Caffè Borbone, propongono capsule per i più diffusi sistemi, quindi se si sceglie una macchinetta di un brand noto si potranno poi gustare caffè di varie marche e aumentare così la possibilità di trovare il proprio preferito, al miglior prezzo.

7) Manutenzione della macchinetta

Bisogna considerare la facilità e semplicità di pulizia della macchinetta per il caffè. Deve essere semplice pulire il serbatoio e la struttura della macchina in modo da evitare sporcizia. Infatti si dovrà eseguire periodicamente il processo di decalcificazione. Il costo e il brand della macchinetta incide nella semplicità della sua pulizia e manutenzione.

8) Qualità del caffè: normale o espresso?

La macchina per il caffè espresso è erogato dalla macchina con le cialde, che sono poi le più diffuse e pratiche da usare. Inoltre, ci sono cialde universali che permettono di essere utilizzate in tutte le macchinette.

Macchine e capsule Lavazza

Tiny Lavazza

Lavazza è uno dei brand più noti della galassia caffè, propone sia macchine con capsula che con cialda. Lavazza commercializza le cialde A Modo Mio e quelle Lavazza Blue, oltre ad avere una linea Espresso Point disponibile in entrambi i formati.

Si chiama Zero Pensieri ed è la macchina entry level di Lavazza, costa circa 70 euro e il suo nome la dice lunga sull’obbiettivo che si pone, ovvero essere veramente di facile utilizzo. Per chi cerca una macchina compatta la risposta è la Lavazza A Modo Mio Tyni, disponibile in molti colori diversi e proposta spesso assieme a 160 o addirittura 360 capsule, a prezzi tra i 100 e i 130 euro. In pratica si pagano solo le capsule.

Lavazza a Modo Mio Jolie

  • Massimo silenzio (44 db in infusione)
  • Minimo ingombro (solo 12 cm)
  • Pulsante Stop & Go per scegliere ogni volta la quantità di espresso desiderata
  • Griglia Small/Large removibile per un espresso classico o un caffè lungo
  • Spegnimento automatico dopo 9 minuti
  • Capacità del serbatoio: 0,6 L
  • Pressione pompa: 10 bar

Per chi cerca una macchina con maggiori funzionalità c’è Idola, anch’essa disponibile in vari colori o la Jolie dal design molto originale e che richiama linee vintage, a renderla interessante anche il prezzo, di circa 80 euro, cifra che può variare un po’ in base alla promozione in corso.

Idola Lavazza

  • Interfaccia Touch: display interattivo con riscontro sonoro
  • Silenziosità Top Class: la più “discreta” della categoria con soli 43 dB in erogazione
  • Ampia scelta di caffè: 4 selezioni e boost temperatura
  • Tempo di riscaldamento: solo 28 secondi e dopo 9 minuti si spegne automaticamente
  • Segnali di allarme: necessità di decalcificazione, mancanza acqua, cassetto pieno

Macchine e capsule Nespresso

Nespresso è uno dei brand più importanti se si parla di macchine per l’espresso. I suoi negozi sono caratterizzati da un design ricercato e trovano spazio in praticamente tutti i centri commerciali e spesso anche nei centri storici delle nostre città.

La società Nespresso fa parte del gruppo multinazionale Nestlé e le sue macchine sono senza dubbio tra le più interessanti per chi cerca una valida soluzione per crearsi un piccolo angolo bar in casa, dove potersi sempre gustare il proprio espresso preferito.

Uno dei punti di forza di Nespresso è infatti l’incredibile varietà di miscele tra le quali si può scegliere, è praticamente impossibile non trovare un caffè che ci soddisfi a pieno. Molti sono poi gli altri brand che commercializzano, spesso a prezzi competitivi, capsule compatibili con le macchine Nespresso.

Inissia Nespresso

Inissia è la più piccola tra le macchinette per caffè Nespresso e anche la più economica, costa circa 70 euro. Disponibile in diversi colori è caratterizzata da forme arrotondate e da un’elevata efficienza a fronte di una minima impronta ambientale.

CARATTERISTICHE:

  • Pressione 19 bar
  • Sistema Thermoblock: caffè erogato in soli 25 secondi
  • Dimensioni Compatte (118x315x230)mm
  • Flow stop: Imposta facilmente la tua lunghezza di caffè preferita e la macchina si ferma automaticamente per preparare il caffè al livello desiderato
  • Auto-spegnimento dopo 9 minuti dall’ultimo caffè
  • Capacità contenitore capsule usate: 11

Essenza Mini Nespresso

Essenza Mini (disponibile anche nelle versioni Limited Edition e Plus) è una macchina compatta, dal design veramente interessante, disponibile in molteplici colori e dal costo contenuto (per la sua versione di base), circa 80 euro.

  • Quantità per pallett: 96 pezzo(i)
  • Selettore durezza acqua
  • Componenti lavabili in lavastoviglie con caraffa rimovibile
  • Spia Spegnimento automatico

Lattissima One Nespresso – DeLonghi

Ci sono poi molti altri modelli, con prezzi che variano da 70 a 250 euro, come nel caso della Lattissima One realizzata per Nespresso da DeLonghi e perfetta per chi ama particolarmente il latte macchiato e degli schiumosi cappuccini.

  • La regina delle macchine per le ricette con il latte, l’unica col pratico contenitore da riporre in frigo.
  • La pompa ad alta pressione (fino a 19 bar) riesce a preparare perfettamente le ricette col latte e caffè dopo soli 40 secondi dall’accensione.
  • Due tasti dedicati al caffè e due alle ricette latte+caffè programmabili a vostro piacimento, il cappuccino direttamente in tazza premendo un solo tasto.
  • Include 16 capsule di caffè. Prodotto ufficiale Italia con garanzia ufficiale della casa, manuali e contenuto in italiano.

Nei negozi Nespresso o direttamente su Amazon, si possono scoprire molte macchinette e metterle a confronto per trovare la più adatta alle proprie esigenze, ci sono inoltre un’infinità di accessori, come tazze, tazzine, porta capsule e tutto quello che non dovrebbe mancare in una casa abitata da autentici amanti del buon caffè.

Macchine e capsule Nescafé Dolce Gusto

Dolce Gusto

Le macchinette Nescafé Dolce Gusto sono tra le più diffuse, si fanno apprezzare per il loro design moderno e per le dimensioni spesso ridotte, per il costo decisamente abbordabile, in particolare di alcuni modelli e per il fatto che le capsule Dolce Gusto siano uno degli standard più diffusi, anche al supermercato si possono spesso trovare molte bevande Nescafé o di altri brand che hanno adottato questo formato. Basta cercare la dicitura compatibili con macchine Nescafé Dolce Gusto.

Le macchine Nescafé Dolce Gusto sono perfette per chi si avvicina per la prima volta al caffè in capsula e cerca una soluzione poco costosa, ma con varietà di gusti e che sia in grado di restituire sempre un buon espresso (tè, cioccolata o quello che si preferisce).

Le macchinette Dolce Gusto sono disponibili in vari colori, bianco, nero, rosso, grigio, ecc. e scegliendo la propria preferita sarà quindi molto facile integrarla al meglio nel proprio arredamento.

I modelli più piccoli, economici e con funzionalità di base, costano circa 40 euro, si può salire a 50 o 60 con i modelli con qualche funzione in più, come ad esempio la regolazione della lunghezza del caffè.

Spesso queste macchine, veramente popolari in Italia, sono poi soggette a sconti o promozioni, o è possibile acquistarle assieme a dei pacchetti di capsule, che permettono di provare varie tipologie di caffè, più o meno intenso o altre bevande, come l’orzo o il mocaccino.

Una caratteristica di queste macchine è che sono pensate per la preparazione di un solo caffè alla volta. Visto che sono molto rapide, questo non rappresenta comunque un problema, anche per le famiglie che vogliano condividere una buona tazzina di espresso. Un po’ seccante invece la mancanza di un contenitore per le capsule usate, che costringe a rimuovere e gettare la capsula, dopo ogni caffè. Anche i modelli più compatti hanno un serbatoio di dimensioni sufficienti per la preparazione di un buon numero di caffè o altre bevande sia calde che fredde, non sarà quindi necessario aggiungere acqua più volte al giorno. Per il loro prezzo sono veramente ottime.

Nescafé Dolce Gusto Mini Me

  • MINI ME NESCAFÉ DOLCE GUSTO è la macchina da caffè in capsule automatica che, con il suo design moderno, si combinerà perfettamente con il tuo stile
  • Macchina automatica per caffè espresso e altre bevande in capsula NESCAFÉ DOLCE GUSTO con pompa ad alta pressione (fino a 15 bar di pressione)
  • Dimensioni: 16x31x24 cm. Serbatoio rimovibile da 0.8L. Sistema di spegnimento automatico dopo 5 minuti di inutilizzo e sistema Thermoblock
  • Assapora tutte le varietà dei nostri caffè espressi e le nostre bevande. Scopri come ordinarle con Amazon Dash Button per non restare mai senza

Krups KP100B Nescafé Dolce Gusto Piccolo

  • Sistema di sicurezza erogazione dell’acqua
  • Serbatoio da 0,6 litri
  • Pressione 15 bar
  • Porta-capsule amovibile
  • Termoblocco 1500 Watt
  • La confezione non contiene capsule in omaggio

Macchine da caffè Bialetti

Bialetti

Bialetti è un brand storico che tutti gli italiani amanti del caffè conoscono molto bene. L’azienda esiste dal 1919 e nonostante tenga molto alla sua storia e alle tradizioni, come si evince anche dall’aver mantenuto lo storico logo, ha anche saputo rinnovarsi e offrire nel tempo quello che più i consumatori chiedevano.

Oggi Bialetti propone interessanti macchinette per l’espresso, come la Break, caratterizzata da linee compatte e sinuose e un prezzo competitivo di circa 80 euro.

Molto divertente e originale la Mokona, che riprende il design di una moka Bialetti, ma è una moderna macchina per espresso, ricca di funzionalità e che si può acquistare a circa 100 euro.

Opera, disponibile in vari colori, come bianco, rosso e ocra, è una macchina compatta, che costa appena 50 euro, ma permette di gustare un ottimo espresso. Diva è un’altra ottima macchinetta, dal design accattivante e dai volumi contenuti, che si può acquistare a circa 90 euro.

Volendo trovare un difetto a queste macchine è probabilmente rappresentato dalla ridotta dimensione del serbatoio per l’acqua, che però le rende compatte e facilita di conseguenza in loro posizionamento anche nelle cucine più piccole. Visto il loro design non è detto poi che debbano per forza stare in cucina, possono ritagliarsi uno spazio in salotto, in uno studio o ovunque si preferisca averle a portata di mano per gustarsi un buon caffè ogni volta che se ne senta il desiderio.

Macchine da caffè Illy Iperespresso

Macchine per caffè Illy Iperespresso

Illy ha una sua linea di macchine da caffè per portare l’espresso da bar in ogni casa. Le macchine Iperespresso Illy sono disponibili in vari colori e hanno un design semplice e moderno.

I modelli più basici partono da 70 euro, se ne trovano poi da 90 o 95 come nel caso della Y5, una macchina realizzata con materiali di elevata qualità, come alluminio e vetro colorato. Dotata di un serbatoio per l’acqua e di un contenitore per capsule esauste, risulta molto versatile e compatta, elegante ed estremamente funzionale. Ha controlli touch e una luce che illumina la tazzina durante l’erogazione del caffè. Un vero gioiellino tecnologico.

Illy macchinetta Y3

  • Grazie alla sua tecnologia all’avanguardia, permette di preparare sia caffè espresso che caffè all’americana e di scegliere la temperatura e il volume in tazza desiderati
  • La macchina da caffè Y3 Iperespresso ha ingombri più contenuti ed è completamente rinnovata nel design, curato dall’architetto e designer Piero Lissoni
  • Compatibile con le capusle illy iperespresso, per ottenere un espresso sempre cremoso e aromatico, con semplicità
  • Tipo di preparazione: capsule per caffè espresso (Iperespresso) e capsule per caffè all’americana (Espresso & Coffee)
  • Presenta due altezze per la griglia porta tazza, decalcificazione automatica, stand-by automatico quando non utilizzata

Illy X9

  • X9, nella purezza della forma, l’espressione della sostanza. Il corpo è in alluminio, top e poggia tazze cromati avvolti dalla scocca anodizzata. Un finish ancora più innovativo, per custodire in un’ellisse la tecnologia Iperespresso. Le dimensioni sono compatte e l’utilizzo è completamente frontale, con l’estrazione parziale del serbatoio dell’acqua per un suo riempimento anche mentre la macchina è in funzione.
  • Il flussimetro garantisce una miglior costanza di volume dell’espresso e il led illumina in tazza nel momento dell’erogazione. Il top della macchina può alloggiare due tazzine e i comandi permettono di memorizzare e selezionare 2 volumi di espresso. La X9 è l’essenza di illy Iperespresso, trasfigura la sua funzione e si trasforma da elettrodomestico ad elemento d’arredo. Scheda tecnica La confezione contiene 14 capsule Iperespresso.

Come pulire la macchina del caffè

Come pulire la macchina del caffè

Le macchinette per caffè di ultima generazione sono veramente molto facili da usare e se si sceglie una macchina di buona qualità si potranno avere sempre dei caffè pari a quelli di un bar.

Usare questi dispositivi è semplicissimo, ma per assicurarci che continuino a funzionare a lungo e ci permettano di gustare sempre le nostre bevande preferite, ogni volta che ne abbiamo voglia o ne sentiamo il bisogno, dovremo prendercene adeguatamente cura. Nulla di complicato per fortuna.

Le macchinette per caffè ad uso domestico non necessitano di una particolare manutenzione, ma devono essere adeguatamente pulite, in alcuni casi, a seconda del modello, anche dopo ogni singolo utilizzo. Ad ogni modo sarà bene prevedere delle pulizie periodiche più approfondite, che possono essere rese ancor più semplici ed efficaci grazie ad appositi kit pensati allo scopo e che si possono trovare online o nei negozi fisici dei vari brand, come quelli che Bialetti o Nespresso hanno in molti centri commerciali.

Sarà opportuno pulire il serbatoio dell’acqua per prevenire piccole incrostazioni di calcare, rimuovere eventuali residui di caffè da vassoi di raccolta o contenitori per le capsule esauste. Nella maggior parte dei casi basterà lavare bene le varie parti della macchina con acqua o con un panno umido e asciugarle. In caso di dubbi o se si deve pulire un’area in prossimità di elementi elettrici sarà bene staccare la spina e fare comunque riferimento alle indicazioni del produttore. In genere i manuali d’uso delle macchine da caffè hanno sempre almeno un paragrafo dedicato alla loro corretta pulizia.

Come scegliere una macchinetta del caffè, conclusioni

Siamo arrivati alla fine, abbiamo visto alcune delle migliori macchinette per caffè espresso attualmente disponibili, ma come possiamo scegliere la più adatta a casa nostra?

Come detto ci sono alcuni elementi che possono guidare la nostra scelta, come la dimensione del serbatoio dell’acqua la presenza e la dimensione del contenitore per le capsule esauste, il formato di capsula o cialda, le funzionalità, la disponibilità di varie tipologie di caffè e altre bevande e non ultimo il design della macchinetta.

Se ci concentriamo sui maggiori brand, come abbiamo fatto in questo articolo, non è possibile notare evidenti differenze sul fronte delle prestazioni o della qualità delle bevande erogate. Molto dipende dal gusto di ognuno. Per fortuna, alcune delle maggiori realtà del settore, come Nespresso, permettono di gustare dei caffè, in modo assolutamente gratuito e senza obbligo d’acquisto, nei loro punti vendita fisici. In questo modo potremo trovare il caffè che più ci piace e anche essere consigliati sul modello di macchinetta più indicato per le nostre esigenze.

Se poi abbiamo amici, parenti o conoscenti che hanno macchinette per espresso facciamoci invitare per un caffè, così da confrontare diverse soluzioni e trovare il caffè e la macchinetta che più ci piacciono. Una volta fatta la nostra scelta, online potremo trovare interessanti promozioni e offerte e fare anche scorta di capsule, oltre ad acquistare magari anche qualche accessorio per il nostro personale bar casalingo.

Lorenzo Renzulli

Gloria Gargano

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Impianto elettrico: normativa, costi e detrazioni 2019-2020

Impianto elettrico: normativa, costi e detrazioni 2019-2020

Posted on
Top 10: serie TV da vedere assolutamente durante la quarantena

Top 10: serie TV da vedere assolutamente durante la quarantena

Posted on
Arredare un bagno piccolo: + 40 idee

Arredare un bagno piccolo: + 40 idee

Posted on
Previous
5 consigli per affittare (bene) la casa vacanze!
Macchina del caffè: 8 consigli per scegliere la migliore!