Inferriate di sicurezza per finestre e portefinestre: cosa c’è da sapere

Posted on

La sicurezza delle abitazioni è un fattore importantissimo, e così sarà sempre, e sebbene oggi si possa scegliere tra innumerevoli soluzioni tecnologiche, si pensi ad esempio ai moderni sistemi di antifurto di tipo domotico, dotare l’immobile di elementi che impediscano fisicamente l’accesso ai malintenzionati è assolutamente fondamentale.

Da questo punto di vista le porte blindate giocano un ruolo importantissimo, non c’è dubbio, ma non bisogna trascurare finestre e portefinestre: molti dei furti domestici infatti si verificano proprio perché vengono violate queste aperture, di conseguenza è fondamentale proteggerle a dovere soprattutto laddove l’immobile sia a pianterreno, o comunque qualora siano raggiungibili senza particolari difficoltà.

Installare serramenti robusti può non essere sufficiente, di conseguenza se ci si vuol garantire una sicurezza ottimale è opportuno installare delle inferriate.

Inferriate di sicurezza: cosa sono?

Le inferriate sono appunto delle strutture realizzate in robusto metallo che hanno appunto come obiettivo quello di impedire fisicamente l’accesso ai malintenzionati, ma che cosa c’è da sapere a riguardo?

Anzitutto è utile fare una premessa: le inferriate, quantomeno quelle odierne, non rappresentano affatto una minaccia nei confronti del design dell’immobile.

In tante occasioni si teme che tali infissi possano avere un effetto negativo sulle facciate esterne dell’edificio, oppure che possano ricreare, per quel che riguarda gli interni, una sensazione di chiusura poco piacevole.

In realtà, oggi non c’è ragione per pensare questo, sia perché sul mercato vi sono tante inferriate molto piacevoli a livello estetico e sia perché, come vedremo in seguito, sono disponibili vari modelli a scomparsa o comunque altrettanto discreti sul piano del design.

Non è raro neppure che le inferriate vengano installate in primis per motivi estetici, quindi per conferire stile e personalità all’immobile.

Ma come vanno scelte le inferriate di sicurezza? A quali aspetti bisogna prestare attenzione? Scopriamolo subito.

Le classi antieffrazione delle inferriate

Nel momento in cui si scelgono delle inferriate di sicurezza, ovviamente, il parametro più importante è la loro robustezza: tali serramenti devono saper resistere anche ai tentativi di effrazione più temibili, magari quelli condotti con strumenti di scasso, ma il consumatore come può distinguere i modelli affidabili da quelli che lo sono meno?

Ebbene, le inferriate di sicurezza devono contraddistinguersi per la cosiddetta classe antieffrazione, un parametro rigorosamente obiettivo che indica le capacità di resistenza del singolo modello; alla luce di questo, dunque, per scegliere dei modelli adatti alle proprie esigenze non bisogna fare altro che consultare tale dato, il quale deve essere sempre specificato da chi fornisce il prodotto.

Le classi antieffrazione sono 6, a partire dalla n.1, a cui corrispondono le inferriate meno resistenti, fino alla n.6, che è quella contraddistinta dalla massima robustezza. Scopriamo dunque cosa contraddistingue ogni singola classe.

La classe 1 comprende le inferriate in grado di resistere a forzature condotte esclusivamente con la forza fisica, la classe 2 invece ingloba modelli che possono resistere anche a tentativi di scassinamento condotti con strumenti semplici e di uso comune, come possono essere dei cacciaviti o delle tenaglie.

La classe 3 riguarda inferriate che possono resistere anche a tentativi di forzatura condotti con strumenti più temibili, come ad esempio piedi di porco, martelli o punzoni, nella classe 4 il livello di resistenza si alza ulteriormente consentendo a tali elementi di resistere anche ad attacchi eseguiti con strumenti perforanti.

Nella classe 5 si raggiungono livelli di resistenza eccellenti, con inferriate che non cedono neppure dinanzi ad attacchi effettuati con trapani, seghetti e altri attrezzi che producono molto rumore mentre sono azionati, infine la sesta classe, la migliore in assoluto, ingloba inferriate che non temono neppure l’utilizzo di strumenti di scassinamento di massima precisione e potenza, utilizzati da malviventi esperti.

Ovviamente, tanto maggiore è la classe antieffrazione di appartenenza e tanto più performante sarà il prodotto, ma per dormire sonni più che tranquilli non è di certo necessario acquistare modelli di classe 6, anzi le inferriate di classe 5 e 6 non sono mai installate presso abitazioni, bensì trovano applicazione presso immobili che richiedono livelli di sicurezza massimi, come ad esempio caveau di banche o luoghi in cui sono custoditi dei valori.

Tante varianti estetiche e strutturali

Nella scelta delle inferriate di sicurezza da installare presso finestre e portefinestre della propria casa, ovviamente, non bisogna badare solo alle capacità antieffrazione: anche le caratteristiche strutturali ed estetiche sono importanti.

Come si diceva in precedenza, oggi è possibile scegliere tra una gamma di modelli davvero molto vasta, e per farsi un’idea basta scoprire la numerosità delle varianti proposte da aziende specializzate quali PuntoSicurezzaCasa.

Si possono scegliere inferriate fisse, modelli adatti soprattutto alle finestre più piccole, inferriate scorrevoli, molto adatte per ampie portefinestre, o anche inferriate a scomparsa, molto gettonate negli ambienti domestici in quanto possono essere aperte all’occorrenza divenendo completamente invisibili e preservando così l’estetica dell’immobile sia per quel che riguarda gli interni che gli esterni.

Le opportunità di scelta sono variegate anche per quel che riguarda i materiali di realizzazione, spaziando dall’acciaio al ferro battuto, stesso dicasi per i design, con modelli moderni, che presentano spesso strutture semplici e squadrate, o varianti più elaborate, molto adatte ai contesti classici.

Degli elementi assai preziosi per la casa

Le inferriate di sicurezza, spesso definite anche “grate”, sanno essere davvero preziosissime per proteggere l’abitazione da “visite” sgradite, e innalzare i livelli di sicurezza domestica non può che essere opportuno dal momento che i numeri dei furti in Italia, purtroppo, continuano ad essere piuttosto elevati.

Le opportunità di scelta, come visto, sono tantissime, di conseguenza è davvero improbabile non riuscire a trovare un modello in linea con le proprie preferenze e con le caratteristiche dell’immobile presso cui verrà installato.

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Arredare un bagno piccolo: + 40 idee

Arredare un bagno piccolo: + 40 idee

Posted on
Lampade Ikea: illuminazione decor 2020

Lampade Ikea: illuminazione decor 2020

Posted on
Impianto elettrico: normativa, costi e detrazioni 2019-2020

Impianto elettrico: normativa, costi e detrazioni 2019-2020

Posted on
Previous
Contaminazione minimal in una villa privata in stile classico anni 60/70
Inferriate di sicurezza per finestre e portefinestre: cosa c’è da sapere