Hygge: cos’è e come declinarla in casa

Posted on

Il termine hygge è comparso per la prima volta in Danimarca agli inizi dell’Ottocento, ma in realtà è una parola di origini norvegesi, con il significato di benessere.

Hygge: significato e origine del termine

C’è però chi lo ricollega alla parola hug, che vuol dire abbracciare o ancora alla parola di lingua germanica hygga, che vuol dire confortare.
Questo breve excursus sull’origine del termine non è fine a sé stesso, ma serve a capire la natura vera della hygge che è tutto quanto è contenuto in quei termini che abbiamo appena ricordato.

Luci soffuse e un’atmosfera rilassante. Questo può essere hygge

Ma che cos’è veramente la hygge? Oggi se ne sente parlare sempre più spesso, forse perché si avverte sempre maggiormente la necessità di serenità, benessere, pace, comfort, tutti elementi che la hygge è.

Se sei curiosiìo di scoprire qualcosa in più sull’Hygge; cos’è, come cambiare stile di vita con la filosofia Hygge e come arredare casa seguendo i segreti della felicità Hygge puoi comprare su Amazon uno di questi ebook o libri:

La hygge danese è considerata il modus vivendi per essere felici.

Essa non è legata ad un oggetto, ma è più un’esperienza, un’atmosfera vissuta che ci da’ una sensazione di benessere:

  • È una candela accesa
  • È una bevanda calda o un’esperienza enogastronomica appagante
  • È un maglione ampio e confortevole
  • È starsene al caldo in casa con la luce del camino che ci riscalda e ci fa sentire protetti
  • È la casa, nel suo essere come l’utero materno che ci accoglie e ci fa stare esattamente dove vogliamo essere.

Le parole della Hygge

Possiamo provare a descrivere meglio la hygge riferendoci ad alcuni dei suoi principi fondamentali.

Innanzitutto, come si diceva, c’è l’atmosfera e per crearne una da hygge è necessario abbassare innanzitutto le luci, o meglio ancora usare delle candele.
Si dice infatti, che non c’è hygge se non ci sono candele, dette anche “luci viventi” in danese.

Cosa molto diffusa ai giorni nostri è l’essere sempre connessi, mentre la hygge richiede partecipazione, per cui è bene spegnere ogni connessione che ci distragga dal presente.

Altro principio è il momento piacevole, bandendo diete e preoccupazioni per la linea e concedendosi un buon momento con bevande e dolci appaganti.

Ancora, non bisogna dimenticarsi dell’armonia, intesa come equilibrio negli spazi, ma soprattutto di equilibrio tra le persone che sono con noi in quegli spazi.

La hygge si raggiunge anche con il comfort food

Condivisione è l’altro principio, perché i momenti in cui si condivide sono quelli più hygge, grazie all’intimità che si riesce a creare tra i presenti.

Non c’è hygge se non si è in un luogo in cui ci si sente al sicuro, per cui l’altro principio è la protezione.

Infine, il comfort: per sentirsi bene, appagati, in una parola felici, fondamentale è trovarsi in un ambiente confortevole.
Il comfort si sa, assume varie forme: è visivo, termico, acustico, deve abbracciare insomma tutti i sensi.
Non da ultimo un ambiente risulta confortevole anche se diventa evocativo e punta dritto alla nostra sfera emozionale.

Come declinare la Hygge in casa

Da tutto quanto fin qui detto, si può percepire che la casa è il luogo centrale della hygge, il posto in cui più di ogni altro si può sperimentare la stessa. La casa rappresenta, infatti, non solo un luogo fisico in cui abitiamo, house direbbero gli inglesi, ma è soprattutto home, per dirla sempre con un inglesismo che rende bene il significato. Home è il focolare domestico, il nostro rifugio, il posto in cui ci ristoriamo dalle fatiche.

Kahlil Gibran ne “Il Profeta” diceva:

“la vostra casa è il vostro corpo ingrandito. Essa cresce nel sole e dorme nella quiete della notte; né è priva di sogni. Non sogna forse la vostra casa? E sognando, non lascia la città per i boschi e le colline?”

La casa è il luogo centrale della hygge

Esprimendo esattamente il concetto che voglio trasmettervi.

E’ proprio per questa importanza della casa che i danesi, i principali aspiranti alla hygge, investono molto perché essa sia hyggelige, con una grande attenzione e quasi ossessione per il design.

I must have per una casa hyggelige sono:

Uno dei must have per una casa hyggelige è il focolare

Un punto focale nell’ambiente, un angolo confortevole che sia il nostro preferito, in cui sentirci al sicuro. Può essere una sedia davanti ad una finestra, una poltrona con molti cuscini e coperte, tutto ciò che ci può far stare bene.

Un camino. Non tutte le case lo hanno o hanno la fortuna di poterlo avere, ma il camino può essere sostituito con una stufa o comunque con ciò che ci dà l’idea di un focolare, intorno a cui si crea l’intimità di cui abbiamo bisogno per sentirci a casa.

Coperte e cuscini in quantità, soprattutto durante l’inverno, perché ci invitano ad accoccolarci e rilassarci dallo stress della vita lavorativa, a sentirci appagati del poco.

Materiali che ci provocano sensazioni tattili piacevoli, come può essere il caldo legno ad esempio di un pavimento o di un elemento di arredo, o ancora la morbidezza di un tappeto o di una calda coperta.

Molta luminosità di giorno, aiutandosi con dei tendaggi chiari, e luci soffuse nelle ore pomeridiane e serali, ad accompagnare le nostre attività di studio, di cucina, o semplicemente di relax.
A parte le già citate e immancabili candele, si può optare anche per lampade dimmerabili, che ci consentono di regolare l’intensità della luce come più ci aggrada.

Mobili vintage. Nelle case danesi c’è quasi sempre un elemento di arredo o un complemento vintage, con una loro storia a renderli intriganti ed evocativi. Come si diceva, infatti, un ambiente è tanto più confortevole quanto più riesce anche a solleticare la nostra parte evocativa ed emotiva.

Facciamo degli esempi per arredare la casa Hygge:

Relaxdays Credenza Design rétro, Cassetto, Tavolino d’Appoggio, Mobile Vintage, MDF, Multicolore, 62 x 100 x 38 cm

mobili vintage
  • Spaziosa: credenza con 2 scomparti e cassetti – spazio per soprammobili, riviste, piante
  • Poliedrica: scaffale per l’ingresso, piccolo comò o pratica credenza – perfetta in qualsiasi living
  • Rétro: credenza dall’elegante stile vintage – rimando nostalgico agli anni 80 e 90
  • Universale: mobiletto ornamentale abbinabile in diversi ambienti – per arredare il salotto, la sala da pranzo o l’ufficio
  • Dettagli: misure HxLxP: 62 x 100 x 38 cm ca. in robusto MDF effetto legno – capacità di carico fino a 40 kg

vidaXL Mobile Sottolavabo Massello Pino Riciclato Vintage Armadio Arredo Bagno

  • Materiale: Legno massello di pino riciclato
  • Dimensioni: 70 x 32 x 63 cm (L x P x A)
  • Con un ampio vano
  • Stile vintage
  • Facile da assemblare

VASAGLE Tavolino per TV, TV Consolle

Questa TV consolle è composta da 2 ripiani e un piano vasto per TV, scatole portacavi e CD di film; grazie all’anta con apertura a pressione, puoi dire addio al pomello e prendere gli oggetti con facilità! LA QUALITÀ NON È TRASCURATA: Realizzate in legno di gomma, le gambe inclinate di questo durevole tavolino per TV sono rafforzate con le viti e i picchetti di legno per un’extra stabilità; con il telaio robusto di legno truciolato, la TV consolle può reggere fino a 50 kg

Elementi che richiamano la natura. Anche questi sono importanti, in quanto la natura è quella da cui veniamo e soprattutto negli ultimi tempi il benessere, psicologico e fisiologico, viene associato al rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Che sia una finestra sul mondo o che si tratti dei materiali e dei colori che impieghiamo in una casa, la natura deve esserci.

Tanyang Romantico Rosa Chiaro Peonie Fiori

quadri fiori vintage

Un quadro con i colori pastello di fiori e peonie non può che donare relax all’ambiente.

I colori che si scelgono per la propria casa devono essere accoglienti, un giusto equilibrio tra quelli freddi e quelli caldi, intervallati dai verdi che ci aiutino a mediare tra i due estremi ed evochino la natura ancora.

Tanti libri. Scaffali pieni di libri, che ci facciano compagnia nei nostri momenti di relax, su una bella poltrona, nel nostro angolo confortevole e con una bevanda calda.

Caterina Scamardella

Architetto e interior designer

Link a: facebook: https://www.facebook.com/csarchitetto/

instagram: https://www.instagram.co/caterinascamardella_arch/

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Come arredare il balcone di casa: idee di tendenza
Hygge: cos’è e come declinarla in casa