Cucine shabby chic: come arredare la propria cucina dei sogni (con moodboard)

Se dovessimo cercare il termine cucina sul vocabolario, la definizione che ne segue è molto chiara, anche perché tutti conosciamo a cosa serve la cucina. È un ambiente pratico in cui preparare pietanze per sé, per la propria famiglia o comunque per i propri ospiti. Quello che il vocabolario non ci dice, ma che probabilmente è la cosa più importante di una cucina, è che si tratta di uno spazio accogliente in cui riunirsi insieme alla propria famiglia per mangiare, chiacchiere e trascorrere del tempo in compagnia. Ogni cucina è diversa e rispecchia chi vive la casa, ma le cucine shabby chic sapranno conquistare per lo stile, l’originalità e quel tocco unico che le contraddistingue.

Ci sono ambienti della casa senza i quali ci sentiremo persi, come se al nostro appartamento mancasse qualcosa. Indipendentemente dal tipo di casa in cui vivi, grande o piccola che sia, probabilmente sarai d’accordo sul fatto che nessuna casa è completa senza una cucina. Da quelle graziose e con piccoli fornelli, a quelle open space con un’isola ben organizzata al centro della stanza e abbellite da un elegante piano in quarzo.

Non esiste un’unica cucina, ma ci sono tanti modi per immaginare questa stanza, la più importante della casa.

Il ruolo della cucina in una casa: tra passato, presente e futuro

Le cucine non sono più le stesse, lo sappiamo. Basta pensare alle cucine delle nostre nonne e dei nostri nonni, calde, accoglienti e dai colori dell’autunno. Al centro della stanza troneggiava un tavolo in legno grande e capiente intorno al quale venivano aggiunte tante sedie quanti erano gli ospiti. La cucina si riempiva in un attimo di un profumo delizioso, i più piccoli si infilavano sotto le gambe del tavolo per fare scherzi ai più grandi, gli adulti gustavano un bicchiere di vino fatto in casa dal nonno stuzzicando assaggini dal cesto del pane e dal piatto dei formaggi. Era tutto più lento, ma soprattutto era un’occasione per stare insieme. 

La cucina di oggi

Adesso le cucine sono diverse perché quando vengono progettate si pensa soprattutto alla praticità. Viviamo tempi veloci, sempre di corsa e le occasioni da passare tutti insieme sono sempre meno. Non sempre ci sono tutti, c’è chi vive fuori, chi quel giorno è impegnato con il lavoro o aveva un impegno importante. Scegliamo per questo ambiente dei tavolini compatti, sedute dalle linee semplici e una mobilia sempre più minimal. Anche i colori sono cambiati. Preferiamo cucine dai colori luminosi, chiari ma soprattutto neutri. Il grigio per anni è stato il colore più scelto in questo ambiente perché permette abbinamenti eleganti e moderni. 

cucina piccola
Credits: by Pinterest

E la cucina di domani?

Gli eventi degli ultimi anni stanno cambiando il modo di concepire gli ambienti e, di conseguenza, anche la definizione e gestione della cucina. Gli spazi saranno sempre più aperti e rivolti alla massima praticità, ma la cosa a cui non rinunceremo per parecchio tempo, sarà il comfort. Il primo anno di pandemia è stato difficile adattarsi ai cambiamenti improvvisi, specialmente per chi ha lavorato in smart working. Lavorare seduto 8 ore su una sedia scomoda non è stato certo piacevole, ecco perché le cucine del futuro saranno più funzionali e confortevoli, pronte a ospitare attività diverse dal solito cucinare. Gli ambienti saranno sempre più fluidi e meno rigidi. 

Come organizzare la propria cucina: lo stile d’arredo shabby

Quando si arreda una cucina la scelta dello stile d’arredo può aiutaci tantissimo a definirne la struttura, l’estetica e perfino la gestione degli spazi. Lo stile shabby chic è perfetto per qualsiasi tipologia di cucina. Vuoi una cucina che sia moderna ma allo stesso tempo originale? Una soluzione in stile shabby sarà la scelta giusta, ma puoi anche aggiungere dettagli presi in prestito da altri stili d’arredo. Sì perché puoi affidarti esclusivamente alla classe innata di questo stile o contaminarlo con diverse influenze per creare una soluzione fatta apposta per te.

Partire da uno stile d’arredo è fondamentale, ma non devi necessariamente seguire un unico modo per arredare i tuoi ambienti, ma prendere ispirazione da diverse proposte. Vediamo insieme che cos’è lo stile shabby chic e come abbinarlo alla tua cucina.

Cucine shabby chic: idee e consigli

Lo shabby chic è uno stile molto particolare che si basa su un’estetica vissuta. C’è qualcosa di confortante ma ben curato in questo modo di arredare gli ambienti. I colori sono tenui e delicati. Il bianco viene utilizzato tantissimo sia come scelta predominante che per creare diversi abbinamenti con altri colori. Gli arredi scelti hanno linee retrò, un mix di arredamento vintage e moderno con accenti delicati e romantici, ma anche dal carattere rustico. Gli arredi e gli accessori utilizzati per decorare la propria cucina hanno un aspetto consumato e usurato dal passare degli anni. Questo non significa che devi optare per mobili che stanno cadendo letteralmente a pezzi, ma devono dare l’idea di qualcosa dall’aspetto antico.

Alcuni dei mobili possono essere anche veri pezzi d’antiquariato che rivelano strati di vernice, un effetto volutamente ricreato in questo stile. In altri casi, i mobili saranno invecchiati di proposito, il che comporta la levigatura e altre tecniche che conferiscono ai diversi pezzi un aspetto consumato. L’utilizzo di smalti e finiture speciali può aiutarti a creare un pezzo dal design completamente stravolto e dal fascino démodé ma irresistibile.

Tipologie di cucine in stile shabby chic

Lo stile shabby ci permette di giocare molto con le nostre cucine, e in questi ambienti c’è molto da progettare, oltre che posizionare mobili e accessori. La praticità ha un ruolo enorme, così come il comfort. Ottenere le altezze giuste, garantire uno spazio sufficiente per un movimento libero e senza sentirsi ostacolati, il posizionamento degli elettrodomestici e la facilità d’uso sono tutti fattori che influiranno sulla vivibilità della stanza.

Le forme e la disposizione di mobili e arredi in generale cambia da cucina a cucina. Bisogna tener presente la collocazione dell’ambiente nella casa, l’esposizione alla luce naturale, la grandezza degli spazi e come verranno gestiti.

Credits: by Pinterest

La cucina a parete unica: semplice ma d’impatto

La cucina a parete unica è di solito la soluzione più comune e scelta quando si tratta di arredare questo ambiente. Presente soprattutto nelle cucine più piccole, questo layout è semplice ed efficiente in termini di spazio, anche perché permette di non rinunciare mai alla funzionalità. Costituita da una mobilia installata a un’unica parete, può presentare mobiletti e pensili superiori e inferiori e scaffali grandi collocati più in basso creando così un’estetica pulita e lineare. È pensata in verticale quindi dà alla stanza una maggiore apertura rendendo l’ambiente più grande e consentendo di lavorare in larghezza. È di certo la scelta ideale per una cucina ricca di particolari come quella shabby.

La cucina a forma di L: originale e personalizzabile

Gettonata e moderna, la cucina a forma di L è un’opzione pratica sia per cucine piccole che grandi. È composta da mobiletti e scaffali collocati lungo due pareti perpendicolari. Il design a pianta aperta della cucina a forma di L offre una grande flessibilità nel posizionamento di elettrodomestici e zone di lavoro. Puoi infatti scegliere una cucina modulare o da comporre. Lo stile shabby chic funziona molto con soluzioni personalizzabili e componibili perché darà all’ambiente un aspetto più originale.

Cucine shabby chic con isola: moderne e iconiche

La cucina con isola è una scelta molto popolare soprattutto in ambienti come open space e tavernette perché offre un’ampia superficie di lavoro e una zona in più, al centro dell’ambiente, in cui preparare manicaretti, mangiare e organizzare aperitivi al volo senza dover occupare altri piani lavoro. L’isola infatti può essere utilizzata semplicemente come area di preparazione o per gustare i pasti in famiglia. Una cucina con isola non deve essere troppo piccola altrimenti gli spazi non saranno semplici da gestire. In una cucina shabby chic rappresenta uno stratagemma pratico ma anche creativo perché ci permetterà di creare un angolo originale e non solo funzionale.

Scopriamo adesso nel dettaglio diverse tipologie di cucine in stile shabby chic, dalla quella classica total white, per passare poi a una proposta più romantica o audace come quella contaminata da arredi e materiali presi in prestito dallo stile industrial. In queste moodboard ogni proposta sarà accompagnate anche dalle nostre carte da parati Glamcasamagazine. La carta da parati per la cucina è una soluzione unica, pratica e stilosa per rendere questo ambiente il vero protagonista della casa.

Cucine shabby chic: bianca e luminosa

La prima proposta è la classica cucina in stile shabby chic dalle tonalità neutre con predominanza dei toni bianchi e luminosi. Osservando la moodboard puoi renderti conto di come colori così simili tra loro creano un ambiente rilassante, pulito e dall’estetica originale. I mobili scelti hanno superfici lavorate e dall’aspetto consumato. Un mobiletto basso e robusto è perfetto per contenere una parte dell’occorrente della tua cucina, gli utensili che utilizzi quotidianamente. Questa proposta compatta e dall’estetica semplice, color grigio perla, fa parte del catalogo di Maisons du Monde. Per quanto riguarda le pareti, invece, puoi lasciarle bianche, preferire una tinta pastello oppure osare con una delle nostre carte da parati della collezione Glamcasamagazine. Questa proposta damascata, nelle tonalità del grigio e del bianco, darà eleganza agli ambienti rendendoli originali.

Illumina la tua cucina con un lampadario importante, come questo a sospensione, che non passerà di certo inosservato. Lo trovi nel catalogo Maisons du Monde. Punta su accessori dal design ricco e particolare, specialmente se hai scelto dei colori chiari per la tua cucina.

Cucine shabby chic: una proposta romantica

cucine shabby chic

Passiamo adesso a una proposta delicata, elegante e che conquisterà chiunque per la scelta degli arredi dai teneri colori pastello. Una cucina shabby romantica è il sogno di molti per il suo tocco squisitamente retrò. Il bianco viene utilizzato come colore principale, ma se sei alla ricerca di qualcosa di diverso, allora gioca con palette pastello ispirandoti a nuance rosate e polverose sia nella scelta degli arredi che degli accessori. Puoi puntare su un unico colore come il rosa antico o confetto, per rivestire le tue pareti, un esempio è la nostra carta da parati Glamcasamagazine con fondo rosa e fiorellini delicati. Puoi utilizzarla su un’unica parete, magari quella in cui collocherai tavolo e sedute, per dare risalto all’angolo da pranzo.

Porta la freschezza del rosa anche tra le stoviglie, preferendo servizi di piatti dalle nuance pastello, come questa proposta di IKEA, ma anche optando per un grazioso set di pentole, sempre rosa, firmato SKLUM. Per staccare, alterna il celeste e il color carta da zucchero per dare alla cucina un tocco vintage e fuori dal tempo.

Cucina rustica shabby chic: accogliente e calda

cucine shabby chic

Ci sono ambienti che conquistano per la semplicità degli arredi, per l’uso di finiture e materiali che ne esaltano l’estetica senza ricorrere a troppi fronzoli e sotterfugi. Le cucine rustiche in stile shabby chic fanno questo, sono inconfondibili perché essenziali e non hanno bisogno di nient’altro. In questa moodboard viene messa in risalto la semplicità dei materiali, pochi accessori ma essenziali. I colori sono caldi e avvolgenti, le fantasie esaltano il design minimal dei mobili che compongono la cucina.

Partiamo dalle pareti. La nostra carta da parati con fondo ocra Glamcasamagazine riscalda la cucina e i cuori di chi la vive. Un design anni ’70 che dona originalità e stile a ogni angolo della cucina, portandoci indietro nel tempo in un periodo colorato e spensierato. La sedia a dondolo, che puoi acquistare su Amazon, rende ancora più accogliente la cucina, perfetta per decorare e definire un angolo relax. Infine, dai un’occhiata a queste damigiane colorate di SKLUM, oggetti semplicissimi che danno agli spazi un look vissuto, rustico e inimitabile.

Cucina shabby chic dall’estetica provenzale

cucine shabby chic

Lo stile shabby chic può essere abbinato a diverse tendenze d’arredo. Uno dei mix più riusciti e sicuramente con lo stile provenzale. Una cucina shabby chic dall’influenza provenzale è un qualcosa di unico, colorato e irresistibile. La forza di questo abbinamento sta nella scelta degli accessori giusti. Di base ti conviene partire sempre con una tonalità luminosa, chiara, per non creare confusione e rendere l’ambiente chiassoso. Un consiglio? Prova su un’unica parete la nostra carta da parati Glamcasamagazine con maxi fiori rosa. I dettagli blu cobalto delle foglie daranno alle pareti luminosità e un aspetto contemporaneo, perché quest’anno il blu sarà uno dei colori più visti sulle riviste di home decor.

Gioca con accessori, più che con gli arredi, puntando su pezzi originali e colorati. Tazzine e piattini in vetro dai colori diversi, molto divertente questo set che potete acquistare su Amazon, stessa cosa per la teiera in ghisa, un accessorio che non può mancare per gli amanti della coppia tisana e biscottini ripieni. Per finire, al centro del tavolo, non potrà mancare un vaso con fiori profumati: ti piace questa proposta colorata verde menta dal catalogo Leroy Merlin?

Cucina shabby chic dall’estetica industrial

cucine shabby chic

Può uno stile romantico come quello shabby chic andare d’accordo con lo stile industrial? Ebbene, non ci crederai, ma puoi creare davvero un abbinamento fuori dal comune unendo questi 2 stili. Come? Una cucina shabby chic dall’estetica industrial ti permetterà di giocare con colori intensi, materiali forti e arredi solidi e resistenti ma senza rinunciare all’anima delicata dello stile shabby chic. Puoi scegliere diversi colori, tonalità vivaci come il giallo, il magenta, ma anche il Very Pery il colore PANTONE 2022. Per le pareti puoi optare per la nostra estrosa carta da parati Glamcasamagazine dal fondo viola a fantasia, il pattern forma dei disegni geometrici che danno profondità agli ambienti. Per dare un aspetto ancora più vivace, abbina a una parete libera un poster DESENIO come questo dai colori pastello. Non solo arrederai in modo unico la tua cucina, ma la renderai ancora più creativa.

Preferisci stoviglie colorate dal design semplice, come le tazze in maiolica di Maisons du Monde. Non dimenticare un dettaglio comodo preso in prestito da un altro ambiente, come una cucina del futuro vuole, puntando sulle linee morbide di un poggiapiedi colorato ed ergonomico, anche questo lo trovi da Maisons du Monde.

Cucina shabby chic ed etnica: un’idea irresistibile

cucine shabby chic

L’ultima proposta è la più colorata di tutte ed è perfetta per chi vuole che la sua cucina sia creativa, originale e diversa dal solito. Una cucina shabby chic ed etnica racchiude in sé diverse ispirazioni. I colori saranno vivaci, un vero tripudio di tonalità calde e avvolgenti, ma non mancheranno accenti più sofisticati, come dettagli in viola e verde menta. I bauli contenitori di Maisons du Monde sembrano delle valige coordinate già pronte per il prossimo viaggio. E se proprio non è il momento di partire, puoi comunque sognare mete esotiche grazie ai colori intensi, che ricordano spezie profumate e fiori dai colori brillanti, delle fodere per sedie disponibili da Maisons du Monde. E le pareti? Ecco una proposta imperdibile, la nostra carta da parati Glamcasamagazine dal fondo bianco e maxi fiori stilizzati in un azzurro fresco e moderno.

Cosa ne pensi di queste proposte?

Mariagrazia Repola

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Come sopravvivere a un guasto improvviso: guida semiseria per non impazzire
Cucine shabby chic: come arredare la propria cucina dei sogni (con moodboard)

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.