Carte da parati con fiori giapponesi: 4 idee per la casa

Posted on

Ultima modifica 30/04/2024

Ami il design delle fantasie orientali e sei sempre stato affascinato dalla cultura giapponese? Allora leggi la nostra guida sulle carte da parati con fiori giapponesi, quali fantasie scegliere e dove abbinarle in casa.

Le carte da parati sono delle decorazioni decor sempre più scelte per arredare casa e trasformare gli ambienti, creando spazi accoglienti e di stile.

Carte da parati: novità 2024

Le tendenze del momento su come arredare casa nel 2024 ci suggeriscono tante idee anche sulla scelta delle carte da parati. I temi più ricorrenti riguardano il mondo della natura, un classico intramontabile, ma rivisitato grazie all’utilizzo di colori che vanno dal rosa quarzo al color glicine, fino ad arrivare a sfumature più intense di viola. Le carte in stile urban jungle restano tra le tendenze decor da provare, optando per fantasie maxi e colori pieni che vanno dal verde al blu.

Temi astratti, fantasie geometriche, figure di diverse dimensioni e forme che si intersecano tra loro creando disegni originali che riempiono la parete, trasformano anche l’angolo più anonimo nel vero protagonista degli arredi. Queste carte da parati a fantasia sono ideali per ogni ambiente e comunicano con diversi stili, dallo stile moderno allo stile vintage. Per spazi in stile industrial, come loft o living dall’estetica urban chic, da provare sono le carte da parati che riprendono la matericità dei materiali, dal legno al cemento, come le carte da parati effetto legno, carte da parati effetto cemento e carte da parati a mattoncini.

L’estetica vintage predilige le forme arabesche e il design Art Déco dai decori ricercati e i colori intensi. L’effetto velluto è un forte richiamo al design retrò chic dell’arredamento anni ’70.

Lo stile Japandi sarà una delle tendenze da tenere d’occhio quest’anno per la sua estetica volta a creare atmosfere rasserenanti, ambienti accoglienti e raccolti, tavolozze chiare e dai colori desaturati, con un design minimale ma ricercato. Che cos’è lo stile Japandi? Lo stile Japandi è un mix che nasce dall’unione dello stile giapponese con quello scandinavo. Le carte da parati da provare sono proprio le carte da parati con fiori giapponesi.

Vediamo insieme le caratteristiche e come scegliere queste carte per ogni ambiente di casa.

Carte da parati con fiori giapponesi: le caratteristiche

Le carte da parati con fiori giapponesi sono molto eleganti. Hanno come tema la natura, rappresentazioni realistiche, stilizzate o effetto acquarellato dei fiori giapponesi con sfondi che riprendono i tipici paesaggi del Giappone, come alte montagne avvolte nella nebbia. I colori più scelti per queste rappresentazioni sono colori rilassanti, come il beige, ma anche il glicine, il rosa antico, il blu, il verde acqua, il color carta da zucchero, il violetto, il color mauve, il grigio e il nero.

Materiali e trame per carte da parati con fiori giapponesi

Schermata 2021 06 10 alle 10.30.17

Le carte da parati possono avere diverse trame che daranno al disegno l’effetto desiderato. Nel nostro catalogo avrai la possibilità di scegliere la texture che più ti piace per definire la tua carta. Oltre al tipo d’effetto, la trama scelta renderà anche il supporto più performante in ambienti particolari come bagno e cucina. Il rivestimento in fibra di vetro è uno dei più resistenti; viene consigliato specialmente in ambienti in cui c’è più umidità o in cui la carta da parati spesso potrebbe trovarsi a contatto con l’acqua.

Se vuoi abbinare una carta da parati con fiori giapponesi in bagno, sulla parete dietro la vasca o dietro il lavabo, ti consigliamo di scegliere proprio una carta da parati in fibra di vetro perché è impermeabile e resistente.

Se invece punti su una scelta puramente estetica, la texture perfetta per carte da parati con fiori giapponesi è l’effetto acquarello. Il colore emerge vivace ma allo stesso tempo rende l’intera scena sofisticata.

Dove mettere le carte da parati con fiori giapponesi

Le fantasie e i colori delle carte da parati con fiori giapponesi le rendono perfette per arredare ogni tipologia d’ambiente. Possiamo sceglierle per spazi piccoli, a tutta parete, ma anche per mettere in risalto un angolo definito o un gruppo di arredi. Vediamo come.

Carte da parati con fiori giapponesi in cucina

Carte da parati con fiori giapponesi
Carte da parati con fiori giapponesi in cucina

La cucina è un ambiente molto caotico ma possiamo portare un tocco zen anche in questo spazio con i colori e le fantasie giuste, partendo proprio dalle pareti. Il primo consiglio è creare un ambiente il più accogliente possibile scegliendo colori chiari e luminosi, o puntando sui colori neutri più proposti del periodo, come il color tortora.

In cucina le pareti color tortora sono molto gettonate perché danno all’ambiente un senso di comfort ma anche di ricercatezza. Puoi infatti abbinare a questo colore delle finiture in legno, quindi scegli mobili da cucina in legno, se stai arredando casa per la prima volta o cerchi consigli per ristrutturare la cucina, l’isola cucina (o la penisola) è un dettaglio da non lasciarsi sfuggire.

Puoi abbinare la carta da parati con fiori giapponesi in diversi punti in cucina:

  • a tutta parete se hai riservato uno spazio per tavole e sedute;
  • sulla parete dietro l’angolo cottura, mi raccomando qui scegli una carta da parati in fibra di vetro;
  • su una porzione di parete definita, che può essere quella che mette in risalto un gruppo di arredi;
  • se hai un open space, puoi usare la carta da parati per delimitare le due zone (salotto e cucina).

La carta da parati archi e fiori giapponesi Glamcasamagazine che vedi nella moodboard ha un design versatile che rende questa proposta adatta in diversi ambienti. Il color glicine abbinato a questo bluette polveroso, regala un tocco romantico alla cucina. I colori stanno molto bene abbinati a un legno chiaro.

Carte da parati con fiori giapponesi in soggiorno

Carte da parati con fiori giapponesi in soggiorno
Carte da parati con fiori giapponesi in soggiorno

In soggiorno possiamo orientarci anche su abbinamenti più particolari scegliendo colori forti come il nero. Il risultato sarà di grande impatto, ma non bisogna esagerare, specialmente in ambienti piccoli o con più arredi. Se abbinato insieme a un colore molto in contrasto con esso, darà all’ambiente ricercatezza ma anche profondità, creando un focus visivo ad alto impatto. Inoltre il nero resta uno dei colori (non colore) più di tendenza anche quest’anno.

Scegli una carta da parati con fiori giapponesi nei colori rosa antico e nero. Nel nostro catalogo abbiamo ben due proposte; una con fondo rosa e dettagli in nero, una con fondo nero e dettagli in rosa.

Nella moodboard ho scelto una la soluzione con fondo nero. Scegliendo un’opzione simile, il resto degli arredi va lasciato neutro, quindi punta su finiture in legno e gioca con la luminosità puntando su lampade di design funzionali e creando giochi di luce con le diverse fonti luminose.

Dove mettere una carta da parati con fiori giapponesi in soggiorno? Ecco qualche idea:

  • a tutta parete davanti le sedute, magari il divano o delle poltrone;
  • per evidenziare la sala da pranzo o l’angolo con tavolo e sedute;
  • su un’unica porzione di parete per mettere in risalto dei mobili (come una madia bassa di design), o l’angolo TV.

Vuoi provare un’estetica diversa dal solito? Scegli arredi dalle finiture in metallo; stanno molto bene in contesti urban chic e si possono combinare con originalità insieme all’estetica ricercata delle carte da parati con fiori giapponesi.

Carte da parati con fiori giapponesi in camera da letto

Carte da parati con fiori giapponesi in camera
Carte da parati con fiori giapponesi in camera da letto

Scegliere questo tipo di estetica significa creare ambienti chic ma di tendenza, senza rinunciare alla praticità e al comfort degli spazi. Ecco perché una carta da parati con fiori giapponesi in camera da letto è perfetta.

Nella moodboard ho scelto una delle nostre soluzioni più particolari e amate, la carta da parati con pavoni che trovi disponibile in due versione: fondo blu notte e fondo giallo senape.

Il color senape è uno dei colori più scelti per arredare casa, abbiamo anche realizzato una guida su come arredare casa con il color senape, tra l’altro fa parte dei colori moda 2024. Per una camera da letto vanno bene entrambe le versioni, dipende sempre dall’estetica che si vuole ricreare. Gli abbinamenti sono entrambi particolari e moderni. Io ho voluto puntare sul color senape perché mi piacciono gli abbinamenti che ricordano il design boho chic.

Dove abbinare la carta da parati con fiori giapponesi in camera da letto? Abbiamo diverse soluzioni:

  • a tutta parete dietro la testiera del letto una carta con fiori giapponesi riempie la stanza diventando protagonista, soprattutto se hai scelto abbinamenti di colori che ben risaltano all’occhio;
  • su una sola parete per mettere in evidenza un gruppo di arredi, come la postazione trucco;
  • al soffitto per un effetto inaspettato.

Carte da parati con fiori giapponesi in bagno

Carte da parati con fiori giapponesi in bagno

In bagno una carta da parati con fiori giapponesi regalerà un’atmosfera rilassante con un tocco di design all’ambiente. Punta su colori accoglienti, la tavolozza da scegliere è molto ampia spaziando da neutri luminosi a colori desaturati e polverosi. Le tinte pastello sono sempre più apprezzate per decorare il bagno, soprattutto se si desidera puntare su un’estetica vintage. Scegli sempre un materiale resistente per la carta da parati del bagno come la fibra di vetro.

Qui puoi leggere anche la guida completa su tutto quello che c’è da sapere sulla carta da parati per il bagno.

Gli spazi in cui poter abbinare una carta da parati con fiori giapponesi in bagno sono diversi:

  • dietro la vasca da bagno per rendere la tua oasi di benessere una piccola Spa;
  • nel box doccia per un tocco luxury;
  • dietro il lavabo, magari per incorniciare una specchiera importante;
  • a tutta parete per creare un focus visivo d’impatto appena si entra in bagno.

Ti piace questa fantasia per le carte da parati? Lascia un commento!

Mariagrazia Repola – redattrice Glamcasamagazine

signature

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Consigli pratici per arredare un bagno lavanderia
Carte da parati con fiori giapponesi: 4 idee per la casa

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.