Arredare un ufficio, le migliori soluzioni per far aumentare la produttività

Arredare un ufficio, potrebbe sembrare qualcosa di semplice, in fin dei conti oggi, grazie alla tecnologia, non serve poi molto, bastano una sedia e una scrivania. Siamo proprio sicuri che sia così? Per prima cosa ci sono uffici e uffici, arredare un piccolo spazio domestico da adibire allo smart working o l’open space di una grande azienda con decine di persone che condividono spazi e servizi non è certo la stessa cosa.

Un ufficio arredato con gusto, con la giusta cura per i dettagli e in modo funzionale, può rendere le persone più produttive. Sempre più spesso si parla di office living, la gente non solo lavora in ufficio, ma ci vive per diverse ore al giorno e quindi migliorando le esperienze delle persone negli ambienti professionali è evidente come si possa migliorare una parte rilevante delle loro vite.

Aziende come Quadrifoglio Group da molti anni lavorano anche su questi importanti aspetti e realizzano soluzioni di arredo per l’ufficio che ne tengano adeguatamente conto.

Home Office: come arredare un ufficio in casa

Creare un piccolo ufficio in casa serve sia a chi lavora da remoto, ma anche a chi vuole uno spazio dove potersi concentrare e riprendere in mano i propri documenti anche una volta fatto ritorno a casa.

Per chi lavora sempre, o comunque spesso in casa, sarà fondamentale una netta suddivisione degli spazi, che senza dubbio aiuta ad essere più produttivi. Anche se si ha poco spazio a disposizione, sarà sempre bene evitare gli spazi ibridi. Non si dovrebbe, infatti, lavorare dal divano o dalla camera da letto.

Una stanza, o anche solo un angolo di casa può trasformarsi facilmente in un funzionale ufficio domestico, con pochi elementi. Sicuramente servono una scrivania, meglio se con dei cassetti, una sedia comoda e possibilmente ergonomica, una cassettiera o una boiserie per riporre documenti, cancelleria e tutto quello che ci può servire. In fine una lampada per illuminare il piano di lavoro, dove poggerà l’ormai irrinunciabile notebook.

Per dare un tocco di colore e personalità, qualcosa che magari possa rallegrarvi, come una bella foto di famiglia, una pianta grassa o un soprammobile simpatico.

Come arredare un ufficio in azienda

Arredare un ufficio in casa non è particolarmente complesso, la principale sfida da affrontare spesso è lo spazio a disposizione, ma per il resto si gode senza dubbio di notevole libertà. In aziende grandi, medie o comunque strutturate, le cose sono un po’ più complesse e senza dubbio nella scelta di arredi e complementi vale la pena prestare attenzione ad adottare soluzioni che possano aiutare i dipendenti ad essere più produttivi e a vivere in un ambiente maggiormente gradevole.

Ci sono diverse tipologie di mobili per ufficio che è bene imparare a conoscere, tra questi le scrivanie operative, adatte a piccoli uffici o spazi condivisi, le scrivanie direzionali, i tavoli per le riunioni, reception, librerie, mobili e complementi per aree relax o adibite alla socialità.

Oltre al mobilio più adatto, da un punto di vista stilistico e funzionale, per i diversi spazi di lavoro, una particolare attenzione andrà poi prestata all’illuminazione.

Ambienti ben illuminati permettono di affaticare meno la vista e di rimanere più concentrati e produttivi.

Ogni azienda è diversa e per molti versi unica, ma senza dubbio tutte dovrebbero prestare la giusta attenzione alle scelte fatte per arredare i propri uffici, per avere personale più soddisfatto, concentrato, felice e anche in maggiore salute.
Per questo motivo, nel mercato esistono anche tavoli regolabili in altezza per permettere ai lavoratori di alternare la posizione, scegliendo se stare in piedi o seduti, senza appesantire la colonna vertebrale. Un esempio è il tavolo Up&Up di Quadrifoglio Group.

Come arredare un ufficio: luce e postura

Negli uffici moderni, si sta molte ore seduti davanti ad un monitor, questo può causare due diverse tipologie di problemi, quelli alla vista e quelli posturali.

Chi fa una vita sedentaria, spesso lavora in ufficio e si trova a convivere con dolori alla schiena e a varie altre parti del corpo. La situazione potrebbe migliorare con piccoli accorgimenti, come la scelta di tavoli e sedie di altezza regolabile e quindi adattabile alle caratteristiche del singolo.

Postazioni di lavoro ergonomiche, assieme ad una corretta postura possono evitare il sopraggiungere di patologie che rendono i lavoratori meno efficienti e che spesso portano anche ad un loro assentarsi dal lavoro per problemi di salute. Allo stesso modo molto comuni tra chi lavora in ufficio, sono i problemi alla vista, anche in questo caso numerosi fastidi e criticità si potrebbero evitare, ad esempio con una buona illuminazione, oltre che con l’adozione di buone abitudini, come il fare piccole e frequenti pause, per far riposare gli occhi e magari sgranchirsi un po’ le gambe. Gli uffici più moderni ed efficienti, non solo sono arredati con la giusta attenzione al design, ma ricercano anche un maggiore benessere di chi li vive nella quotidianità.

Subscribe so you don’t miss a post

Sign up with your email address to receive news and updates!

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Previous
Incentivi ai tempi del coronavirus per ristrutturare casa
Arredare un ufficio, le migliori soluzioni per far aumentare la produttività