Arredamento, non solo bonus fiscale, è boom di prestiti

Ultima modifica 17/12/2019

Arredamento, non solo bonus fiscale, gli italiani sempre più spesso chiedono dei finanziamenti per rendere la loro casa sempre più bella ed accogliente. Il trend è evidente, ecco cosa è successo nel corso del 2019.

Si sa che la casa per gli italiani è molto importante, spesso la si acquista attraverso un mutuo e questo la rende, assieme alle bollette e agli altri costi, la principale voce di spesa per le famiglie. Una spesa che però molti fanno volentieri, vivendola come un investimento. Comprare casa è un’avventura che permette, anche se non senza sacrifici, di ritrovarsi con un bene importante, che spesso va poi lasciato ai propri figli.

Sempre più spesso gli italiani, curano molto ogni aspetto della casa, con particolare attenzione al mobilio e gli ultimi dati sull’accesso al Bonus Mobili lo confermano con forza. L’introduzione del bonus è fortemente legato ad un vero e proprio boom dei prestiti finalizzati all’acquisto di arredo, durante il 2019.

Prolungato anche al 2020, il cosiddetto Bonus Mobili permette di usufruire di una detrazione fiscale del 50% sull’acquisto di arredi, in particolare in un’ottica di ristrutturazione ed efficentamento energetico.

Questo bonus ha determinato un aumento veramente molto significativo della richiesta di prestiti per arredamento, che nel corso del 2019 ha rappresentato il 16% del totale dei finanziamenti chiesti nel nostro paese, superato solo dai prestiti per ristrutturare casa e da quelli per acquistare un’auto.

Con piccoli prestiti è possibile cambiare il volto di casa propria e grazie al bonus mobili anche risparmiare sulle tasse, un’occasione che in molti hanno colto al volo per realizzare il proprio sogno di una casa più bella, moderna ed efficiente, che magari assomigli un po’ di più a quella vista su qualche rivista di settore o su uno dei sempre più numerosi show televisivi dedicati all’arredamento, tema sempre più apprezzato anche dai non addetti ai lavori.

Lorenzo Renzulli

signature

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Comments Yet.

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.